Salta al contenuto principale

Quante novità per la SBK nel 2024! Ve le spieghiamo una per una

Il peso minimo per il pilota è stata l'introduzione più "chiacchierata", ma non è stata l'unica: Il regime massimo di rotazione del motore varierà meno nel corso dell'anno, in compenso ci sarà più libertà di modificare alcune parti motore. Ecco una spiegazione semplice e chiara

La commissione superbike, composta da rappresentanti di Dorna, FIM e dalle Case, ha concordato le modifiche per il mondiale 2024. La norma che ha avuto più risalto mediatico è quella relativa al peso del pilota, ma non è l'unica.

 

Decide la bilancia

Per la prima volta viene preso in considerazione il peso del pilota, il riferimento è stato fissato a 80 chilogrammi. Se un pilota pesa meno, il 50% della differenza deve essere montato sulla motocicletta come zavorra. Ciò significherà che un pilota come Bautista, del peso di 67-68 chili, dovrà caricare circa 6 kg (il massimo comunque è fissato a 10 kg). Il peso minimo della moto è stato fissato a 168 kg.

 

Motori stabili e penalizzazioni toste

Un’altra novità per il 2024 è che il limite di rotazione fissato all’inizio della stagione non verrà quasi più modificato nel corso dell’anno, come in precedenza, quando il Balance of Performance interveniva più volte durante la stagione. Nello specifico: BMW (15.500 giri), Ducati (16.100 giri), Honda (15.600 giri), Kawasaki (15.100 giri) e Yamaha (15.200 giri). Le superconcessioni saranno l’unico modo in cui in questo 2024 potranno essere ridotti i limiti in termini di giri al minuto, nel caso in cui i costruttori abbiano acquisito i giri al minuto per mezzo di una concessione. A livello di penalizzazioni, se la quota giri sarà superata, il pilota della moto in questione dovrà partire dal fondo dello schieramento e completare un long lap penalty per due eventi.

 

Serbatoio più piccolo e consumi più bassi

Dalla prossima stagione il volume del serbatoio verrà ridotto da 24 a 21 litri e verrà utilizzata la benzina E40. Ciò porterà inevitabilmente a una riduzione delle prestazioni, che ha lo scopo anche di migliorare la sicurezza, perché le vie di fuga su alcuni circuiti stanno diventando sempre più strette. Inoltre, per il 2025 c'è l'idea di introdurre un bilanciamento delle prestazioni basato sul flusso di benzina.

 

Sempre meno stock

Le superbike sembrano andare sempre più verso una “prototipazione spinta”: dal 2024 gli alberi motore e gli alberi di equilibratura, che prima dovevano corrispondere ai componenti di serie, potranno essere alleggeriti o appesantiti fino al 20%.

Leggi anche: SBK al via in Australia: orari e dove vederla

 

Leggi altro su:

Sbk

Aggiungi un commento