NOVITA' MOTOCICLISMO

Yamaha Ténéré 700: ecco il prezzo!

Finalmente Yamaha ha comunicato il prezzo e la disponibilità della nuova Ténéré 700. Le prime moto si potranno ordinare online a un prezzo di lancio di 9.490 euro e saranno disponibili entro luglio. Nelle concessionarie, invece, arriveranno a settembre  

Yamaha Ténéré 700: ecco il prezzo!
Ecco quanto costa
Dopo tanta attesa, finalmente la nuovissima Yamaha Ténéré 700 ha un prezzo e una data d'uscita. La moto, che promette di essere davvero una crossover con "licenza di uccidere" anche nell'offroad più spinto, sarà proposta al prezzo di lancio di  9.490 euro, un prezzo forse un po' più alto rispetto alle sorelle di pari cilindrata della famiglia MT, ma nettamente inferiore alle dirette concorrenti e ampiamente giustificato dalle qualità del mezzo. La moto sarà disponibile a partire dall'inizio dell'estate e si potrà acquistare mediante ordinazione online. La piattaforma online per le prenotazioni aprirà i battenti il 27 marzo e chi ordinerà la moto via web, oltre a godere del prezzo di lancio, potrà ricevere la moto a partire dal mese di luglio. Chi, invece, vorrà attendere l'arrivo nelle concessionarie, dovrà aspettare settembre quando il prezzo base salirà a 9.790 euro. 
Per chi non la conoscesse, ecco un bel ripasso della scheda tecnica. La moto è spinta dal bicilindrico frontemarcia CP2 di 698 cm3 (derivato da quello della naked MT-07) per il quale la casa dichiara una potenza massima di 73,5 CV/54 kW, un'erogazione particolarmente corposa e lineare della coppia (con picco di 68 Nm a 6.500 giri) e una risposta istantanea al comando del gas. Secondo Yamaha, la Ténéré 700 ha una notevole accelerazione, così da essere performante e versatile su strada e in fuoristrada. Nuovo e leggero è il telaio a doppia culla in acciaio che conferisce alla Ténéré una silhouette snella, su cui campeggia un affusolato serbatoio da 16 litri. La scheda tecnica parla di un interasse contenuto per un'endurona (1.590 mm), un'altezza da terra di 240 mm e una sella a 880 mm da terra. La forcella, con steli da 43 mm, è regolabile in estensione, ha una corsa di 210 mm ed è stata sviluppata per affrontare i terreni off-road in scioltezza, non a caso i cerchi a raggi sfoggiano misure da enduro "vera": 21 pollici all'anteriore e 18 pollici al posteriore, con pneumatici Pirelli Scorpion Rally STR di primo equipaggiamento. La sospensione posteriore, infulcrata su un forcellone in alluminio per ridurre le masse non sospese, utilizza lo schema monocross con ammortizzatore regolabile nel precarico con 200 mm di escursione. In sella il pilota ha a disposizione una strumentazione compatta in stile rally raid e un manubrio a sezione conica, parabrezza e paramani. L'impianto frenante può contare su due dischi a margherita anteriori da 282 mm e un disco posteriore a margherita da 245 mm, controllati dall'ABS disinseribile (per la prima volta disponibile su una Yamaha). 


NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    18 Ottobre 2019
    La nuova MT-125 ha guadagnato per il 2020 numerosi aggiornamenti. Il primo e più importate riguarda il nuovo monocilindrico da 15 CV a fasatura variabile che promette prestazioni decisamente migliori sia ai bassi che ai medi regimi. Invariato il prezzo. Arriverà a dicembre, ma prima la vedremo a EICMA
  • News
    14 Ottobre 2019
    Dovizioso è l'usato sicuro, Quartararo il nuovo che avanza insieme al plotone Yamaha. Rins e la Suzuki sono la variabile impazzita del campionato: nel finale di stagione ci si gioca un secondo posto con vista 2020. Motegi è la pista perfetta per iniziare la sfida: il circuito che consegnò a Rossi l'ottavo titolo iridato nel 2008 porta con sè storie di duelli epici tra grandi campioni. Intanto Zarco trova un accordo con Honda per disputare le ultime tre gare al posto di Nakagami: Lorenzo in forse per l'anno venturo?
  • News
    13 Ottobre 2019
    Ecco un prototipo avveniristico che sarà esposto tra qualche settimana al Salone di Tokyo, il Land Link ha quattro ruote indipendenti ed è dotato di intelligenza artificiale in grado di scegliere da sola la strada migliore per arrivare a destinazione