NOVITA' MOTOCICLISMO

Yamaha Cygnus-X 125, ha telecamera incorporata?

Rinnovato nel design, più potente grazie ad un nuovo motore, il nuovo Cygnus-X 125 pizzicato in Giappone durante un test sembrerebbe montare una dashcam frontale connessa al cloud tramite cellulare

Yamaha Cygnus-X 125, ha telecamera incorporata?
Cygnus-X 125
Arrivato nel lontano 2006 ed uscito di produzione nel 2013, il Cygnus-X 125 di Yamaha potrebbe presto tornare dai concessionari completamente rinnovato e migliorato sotto numerosi aspetti. A suggerircelo è in questo caso una immagine scattata in Giappone durante un test su strada. Linee a parte, inequivocabilmente rinnovate, balzano agli occhi un paio di “dettagli” che potrebbero fare del nuovo Cygnus-X uno scooter parecchio sofisticato.
Camuffato con una grafica a scacchi, il “congegno” istallato sul manubrio sembrerebbe infatti essere una dashcam molto simile a quelle sempre più spesso utilizzate sulle automobili, si tratta di videocamere che riprendendo tutto ciò che avviene sulla strada diventando una vera e propria “scatola nera” in grado di fornire immagini, video e informazioni precise su quanto accade attorno al veicolo. Secondo alcune voci che circolano sui blog orientali la telecamera potrebbe essere abbinata ad un sistema bluetooth che si connette al cellulare ed essere in grado di salvare i dati registrati direttamente sul cloud. Una tecnologia decisamente avanzata, specialmente  per uno scooter 125 come il Cygnus.
Per quanto riguarda invece il motore, al posto del monocilindrico raffreddato ad aria da 124 cm3 e 9,8 CV montato sull’ultimo modello, il nuovo Cygnus-X 125 potrebbe prendere in prestito l’unità attualmente utilizzata sull’NMax. Attendiamo i prossimi (evnetuali) sviluppi…

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    21 Ottobre 2020
    Per il 2021 Yamaha dovrebbe mettere mano alla sua MT-09 presentando una versione aggiornata sia nell’estetica che nella scheda tecnica. Lo fa "sospettare" un video pubblicato in questo giorni, mentre dalle voci che circolano sembra che il tre cilindri crescerà a 890 cm3  e avrà 118 CV
  • News
    20 Ottobre 2020
    Il meteo cambierà al Motorland e nessuno sa cosa aspettarsi: le Ducati possono solo fare meglio, ma contro le Suzuki di Mir e Rins sarà dura averla vinta. Alla fine del mondiale mancano solo 4 gran premi e Dovizioso deve trovare un modo per riuscire a sfruttare meglio il match tra le Michelin e il motore V4 della sua Desmosedici
  • News
    19 Ottobre 2020
    Brivio celebra sia la vetta del mondiale con Mir che il successo con Rins: Dovizioso non dimentica i malumori con Petrucci ma continua a raccogliere punti per tenere accesa la speranza: sono 15 le lunghezze di distanza dal primo. Yamaha, problemi di pressione: le gomme si rivelano decisive ancora una volta