NOVITA' MOTOCICLISMO

Triumph sarà sponsor della Distinguished Gentleman Ride per altri 5 anni

Promotrice dell’evento sin dal 2014, Triumph ha in queste ore annunciato il proprio supporto come Main Partner a The Distinguished Gentleman Ride (DGR) per altri 5 anni. Invariato, ovviamente, il format dell’evento che prevede l’aggregazione di motociclisti in stile classico e vintage

Triumph sarà sponsor della Distinguished Gentleman Ride per altri 5 anni
DGR e Triumph
Nato per sensibilizzare il pubblico e raccogliere fondi a favore di due cause benefiche di particolare interesse per gli uomini, The Distinguished Gentleman’s Ride ha fin dal 2014 trovato l’appoggio di Triumph, che con sponsorizzazioni ed iniziative di vario genere  (mettendo per esempio a disposizione le moto della gamma Modern Classics) s’è sostanzialmente fatta promotrice dell’evento. Una “partnership” che il marchio inglese ha scelto oggi di rinnovare per altri 5 anni. “Triumph Motorcycles - spiega la stessa Casa con apposito comunicato -  è orgogliosa di annunciare che il supporto in qualità di Main Partner a The Distinguished Gentleman Ride (DGR), uno dei principali eventi di raccolta fondi a livello mondiale nel campo delle 2 ruote, proseguirà per altri 5 anni”.

Mark Hawwa, fondatore e direttore di The Distinguished Gentleman's Ride
“Nel 2014, quando per la prima volta abbiamo collaborato con #triumph Motorcycles, ho pensato che si trattasse del marchio motociclistico più adatto a rappresentare The Distinguished Gentleman’s Ride. Da allora abbiamo fatto tante cose bellissime insieme, ad esempio siamo stati in grado di premiare alcuni dei fund-raisers più bravi e motivati con le eccezionali motociclette della famiglia Modern Classics, come nel caso della #triumph Thruxton RS realizzata appositamente nel 2021. Oggi, che dopo anni 8 insieme annunciamo l’estensione del nostro rapporto di collaborazione per altri 5 anni, sono ancora più felice di quanto lo fossi nel 2014.”

DGR: un po’ di storia
La prima DGR sponsorizzata da Triumph - lo ricordiamo - è andata in scena il 28 settembre 2014 in 58 Paesi, 257 città e ha visto la partecipazione di circa 20,000 eleganti motociclisti, con una raccolta fondi complessiva intorno agli 1,5 milioni di dollari. Espandendosi a ben 79 Paesi, 410 città, 37,000 partecipanti e oltre 2,3 milioni di dollari raccolti nel 2015, fino a 90 Paesi, 57,000 riders e 3,6 milioni di dollari nel 2016, i numeri della DGR hanno progredito anno dopo anno, fino all’edizione dei record del 2019, quando ben 116,000 motociclisti hanno collaborato per superare i 6 milioni di dollari di raccolta, distribuiti in 104 Paesi nel Mondo. Comprensibilmente, la pandemia da Covid-19 ha rappresentato una grande sfida per un evento puramente aggregativo come la The Distinguished Gentleman’s Ride, superata però grazie all’edizione speciale “Ride Solo Together”, paradossalmente la “più globale” di sempre e svoltasi in 171 Paesi e 2,531 locations. In occasione del 2021, la DGR ha traslocato da settembre a maggio, e oggi tutti gli indicatori vanno nella direzione di un ritorno a un’edizione 2022 fortemente aggregativa e carica di entusiasmo.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    27 Novembre 2021
    Al salone di Milano la casa inglese si è presentata con un bel pacchetto di novità, apprezzatissima la Tiger 660 sport, ma anche la Tiger 1200 di cui però da Hinckley non hanno voluto rivelare nulla. Si poteva solo guardare, ma qualcosa abbiamo capito comunque
  • Moto
    23 Novembre 2021
    Della sua nuova maxi crossover Triumph non ha svelato alcun dato tecnico, quello che possiamo dirvi delle sue caratteristiche lo abbiamo dedotto guardandola da vicino allo stand. Tutto nuovo il telaio a traliccio, attorno al quale nascono due versioni di Tiger 1200: una con ruota anteriore da 21” e una più stradale con ruota da 19”, mentre il motore tre cilindri avrà una ricca dotazione di elettronica. Ne sapremo di più nelle prossime settimane
  • Notizie dalla rete
    11 Novembre 2021
    La Triumph guidata dal “bullo buono” Arthur Fonzarelli nella serie televisiva Happy Days verrà messa all’incanto dalla famosa Casa d’aste Bonham’s. Tenete presente però che viene stimato un prezzo di vendita finale tra 80.000 e 120.000 dollari, più o meno tra 70.000 e 105.000 euro