NOVITA' MOTOCICLISMO

Suzuki, nuove V-Strom o DR Big?

Spiate in Italia in fase di test, le due bicilindriche in foto condividono molti elementi con le attuali V-Strom di Suzuki, sfoggiandone però di diversi - uno su tutti il gruppo ottico squadrato - tipici delle vecchie DR Big. Forse è la conferma che molti nostalgici stavano ancora aspettando

Suzuki, nuove V-Strom o DR Big?
V-Strom o DR?
A conferma delle indiscrezioni riportate qualche settimana fa dal magazine spagnolo Trail Riders Mag, arriva oggi una foto spia ritraente due ipotetiche V-Strom debitamente camuffate ma dall’aspetto molto simile a quello che potrebbe avere una futura Suzuki DR. Scattata in Italia e pubblicata da Road Trip Magazine, la foto ha come protagonista due bicilindriche equipaggiate con molti dei componenti già visti sulle attuali V-Strom, come i cerchi in lega da 19” all’anteriore a da 17” al posteriore e il serbatoio, praticamente identico a quello della enduro made in Hamamatsu. Tuttavia, altri elementi, come per esempio il parafango a becco o la forma squadrata del gruppo ottico, potrebbero al contempo farci pensare ad un graditissimo ritorno dell’ormai iconica DR.
La prima monocilindrica 600 - lo ricordiamo - arrivò nel 1985 e fu seguita dalla DR 750S e alla DR 800S Big che uscì dai listini nel 1999. L’ultima DR 800S Big montava il più grande monocilindrico allora in circolazione, cioè il 779 cm3 da 54 CV a 6.600 giri con una coppia massima di 59 Nm a 5.400 giri e un serbatoio da 24 litri (nella prima versione era addirittura da 29 litri). Ovviamente, la nuova - ed ipotetica, per il momento - DR dovrebbe abbandonare il motore monocilindrico a favore del bicilindrico da un litro dell’attuale V-Strom 1000. Anche il telaio – sempre secondo quanto trapelato dalle fonti vicine a Suzuki– dovrebbe essere quello a doppia trave in lega d’alluminio delle V-Strom, a cui si aggiungerebbero nuove sospensioni, un serbatoio da 20 litri, cerchi a raggi (s’era parlato in realtà di un anteriore da 21 pollici) e scarico alto, con una dotazione elettronica moderna, quondi ABS disinseribile, traction control, centralina inerziale e mappature motore. D’obbligo per il momento andarci coi piedi di piombo: ben camuffate, le enduro in foto non ci dicono abbastanza e considerando inoltre la scarsa luce da terra, l’ipotesi di una DR pronta a fare la sua comparsa tra le nuove di Hamamatsu è tutt’altro che confermata. Nulla vieta tuttavia ai più nostalgici di continuare a sperare. Sicuramente ne sentiremo ancora parlare…


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    31 Marzo 2020
    Annullato il Tokyo Motorcycle Show 2020, le principali Case nipponiche si sono rifatte organizzando veri e propri stand virtuali attraverso i quali mostrare alcune novità 2020. Tra queste anche la nuova Suzuki GSX-R 1000 R MotoGP Replica 2020 vestita in blu e argento
  • News
    30 Marzo 2020
    Suzuki ha presentato una versione speciale della Katana in livrea rossa, per festeggiare i suoi primi 100 anni. La moto, sarà disponibile solo per il mercato giapponese, ma non è da escludere che possa arrivare anche da noi
  • News
    24 Marzo 2020
    La maxi di Hamamatsu scompare anche dal listino di Suzuki India, uno degli ultimi baluardi rimasti per la Busa. Anche qui le norme antiniquinamento si sono fatte più stringenti e per la mitica maxi giapponese è arrivato il tempo dei saluti. Non si tratta però di un addio, una nuova Hayabusa potrebbe tornare, forse già nel 2021