NOVITA' MOTOCICLISMO

Suzuki, nuove V-Strom o DR Big?

Spiate in Italia in fase di test, le due bicilindriche in foto condividono molti elementi con le attuali V-Strom di Suzuki, sfoggiandone però di diversi - uno su tutti il gruppo ottico squadrato - tipici delle vecchie DR Big. Forse è la conferma che molti nostalgici stavano ancora aspettando

Suzuki, nuove V-Strom o DR Big?
V-Strom o DR?
A conferma delle indiscrezioni riportate qualche settimana fa dal magazine spagnolo Trail Riders Mag, arriva oggi una foto spia ritraente due ipotetiche V-Strom debitamente camuffate ma dall’aspetto molto simile a quello che potrebbe avere una futura Suzuki DR. Scattata in Italia e pubblicata da Road Trip Magazine, la foto ha come protagonista due bicilindriche equipaggiate con molti dei componenti già visti sulle attuali V-Strom, come i cerchi in lega da 19” all’anteriore a da 17” al posteriore e il serbatoio, praticamente identico a quello della enduro made in Hamamatsu. Tuttavia, altri elementi, come per esempio il parafango a becco o la forma squadrata del gruppo ottico, potrebbero al contempo farci pensare ad un graditissimo ritorno dell’ormai iconica DR.
La prima monocilindrica 600 - lo ricordiamo - arrivò nel 1985 e fu seguita dalla DR 750S e alla DR 800S Big che uscì dai listini nel 1999. L’ultima DR 800S Big montava il più grande monocilindrico allora in circolazione, cioè il 779 cm3 da 54 CV a 6.600 giri con una coppia massima di 59 Nm a 5.400 giri e un serbatoio da 24 litri (nella prima versione era addirittura da 29 litri). Ovviamente, la nuova - ed ipotetica, per il momento - DR dovrebbe abbandonare il motore monocilindrico a favore del bicilindrico da un litro dell’attuale V-Strom 1000. Anche il telaio – sempre secondo quanto trapelato dalle fonti vicine a Suzuki– dovrebbe essere quello a doppia trave in lega d’alluminio delle V-Strom, a cui si aggiungerebbero nuove sospensioni, un serbatoio da 20 litri, cerchi a raggi (s’era parlato in realtà di un anteriore da 21 pollici) e scarico alto, con una dotazione elettronica moderna, quondi ABS disinseribile, traction control, centralina inerziale e mappature motore. D’obbligo per il momento andarci coi piedi di piombo: ben camuffate, le enduro in foto non ci dicono abbastanza e considerando inoltre la scarsa luce da terra, l’ipotesi di una DR pronta a fare la sua comparsa tra le nuove di Hamamatsu è tutt’altro che confermata. Nulla vieta tuttavia ai più nostalgici di continuare a sperare. Sicuramente ne sentiremo ancora parlare…
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    06 Luglio 2019
    MotoGP Germania 2019, griglia di partenza gara – La pole position del Gran Premio di Germania è stata tutta una questione tra Marc Marquez e Fabio Quartararo, con lo spagnolo che è riuscito ad avere la meglio su un circuito che per lui non ha segreti. Il francese infortunato scatterà domani dalla seconda casella, seguito da Maverick Vinales. Disastro per le due Ducati ufficiali e Valentino Rossi. Orari diretta TV Sky e in differita TV8
  • News
    03 Luglio 2019
    Da luglio fino a fine settembre, la GSX-S750 di Suzuki sarà proposta ad un prezzo scontato di 700 euro. La promozione riguarda sia la versione standard, che quelle Z e Yugen Carbon, comprese le versioni depotenziate per patente A2
  • News
    02 Luglio 2019
    Il pilota di Cervera quida il campionato con 44 punti su Dovizioso e domenica si corre al Sachsenring, dove il Marcziano arriva sempre primo dal 2010. Le speranze di dare fastidio al 93 sono affidate a una ritrovata Yamaha, mentre Ducati si trova di nuovo con un box molto "caldo"