NOVITA' MOTOCICLISMO

Spostamenti tra regioni, coprifuoco e autocertificazione, aggiornamenti e cosa c’è da sapere

Lockdown in Italia - L’aumento esponenziale dei contagi negli ultimi giorni porterà a ulteriori strette sulla circolazione e gli spostamenti, Circolano molte ipotesi, ma ancora no,n è stata emanata alcuna normativa Vediamo allora quali sono le norme e le limitazioni ora in vigore e quali invece quelli che potrebbero arrivare prossimamente

Spostamenti tra regioni, coprifuoco e autocertificazione, aggiornamenti e cosa c’è da sapere
La situazione epidemiologica in Italia è in rapido peggioramento, nei prossimi giorni o forse anche ore il Governo potrebbe imporre ulteriori limiti per cercare di limitare i contagi. Si parla di aumentare le ore di coprifuoco, chiudere palestre, piscine e ristoranti ma anche ridurre la circolazione tra regioni. In particolare Emilia- Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte, Provincia di Bolzano, Puglia, Umbria, Val d’Aosta e Veneto presentano situazioni di rischio molto elevato e potrebbero essere oggetto di lockdown locali. Tutto però è ancora da decidere, ma per questo fine settimane sono già in vigore regole stringenti, vediamo quali sono per non fare confusione con quelle che, invece, sono solo (al momento) voci.

Cliccate per tutti gli aggiornamenti inseriti nel nuovoDpcm in vigore da lunedì.

Il coprifuoco
In Campania, Lazio, Sicilia, Lombardia e Calabria è in vigore il divieto di uscire dalle proprie abitazioni dalle 23 (in Lazio le 24) alle 5 del mattino. In Piemonte invece lo stop notturno per uscite e partirà lunedì.

I motivi per spostarsi durante il coprifuoco
Nelle regioni dove è attivo il coprifuoco si può uscire nelle ore “vietate” solo motivi di lavoro, oppure per «comprovata e grave necessità». Per uscire bisogna avere con sé un modulo di autocertificazione (uguale in tutta Italia) da esibire in caso di controlli e in cui si indicano i motivi per cui si viola il coprifuoco. Le forze dell’ordine avranno comunque con sé dei moduli da far compilare a chi ne è sprovvisto.

Cliccate qui per scaricare il modulo di autocertificazione

Non si va nei centri commerciali
La Toscana sta per contingentare l’ingresso nei centri commerciali, il Piemonte e la Lombardi e la Basilicata li chiudono nei fine settimana. Alcune città (Palermo, Perugia, Genova, Torino, Roma) hanno chiuso le zone della movida.

Nelle regioni dove c’è il coprifuoco, si può andare al ristorante o a uno spettacolo?
Sì, ma bisogna tornare a casa entro l’ora di inizio del coprifuoco. In tutta Italia, ristoranti, bar, pub, gelaterie e pasticcerie sono aperti dalle 5 fino alle 24 (alle 23 nelle Regioni dove il coprifuoco inizi prima) con consumo al tavolo, e con un massimo di sei persone per tavolo. In assenza di consumo al tavolo devono chiudere alle 18.

Ci si può spostare tra regioni?
Sì, non ci sono previste al momento limitazioni alla circolazione, se non in quelle regioni dove è attivoil coprifuoco. In Campania però non ci si può muovere da una provincia all’altra all’interno della regione.

 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    24 Novembre 2020
    Stato di emergenza o no, poco cambia: le rate della lavatrice, dello smartphone o della moto vanno pagate e non c’è deroga alcuna, pena l’immediata segnalazione al Sistema delle Informazioni Creditizie con tutto ciò che ne consegue
  • Politica e trasporti
    24 Novembre 2020
    Previsto per il 3 dicembre, il cosiddetto dpcm di Natale non sembrerebbe prevedere particolari deroghe per quanto riguarda spostamenti e libera circolazione. Forse - ma i dubbi sono tanti -  ai “comprovati motivi” dell’autocertificazione potrebbe aggiungersi quello del ricongiungimento familiare mentre l’inizio del coprifuoco slittare di un’ora al massimo
  • Politica e trasporti
    20 Novembre 2020
    Il governo sarebbe al lavoro su un nuovo dpcm in vigore dal 3 dicembre. L’ipotesi è quella di consentire l’apertura dei negozi, di bar e ristoranti anche la sera, ma solo nelle regioni gialle e arancioni. La prima data utile per la promozione in una zona a rischio inferiore sarà quella del 27 novembre