NOVITA' MOTOCICLISMO

Nuovo Codice della Strada, 125 in autostrada e approvazione nel 2016

Sicurezza stradale - Approvato oggi in Comissione Trasporti della Camera il testo che stabilisce le linee guida a cui si dovrà ottenere il Governo nel predisporre il nuovo Codice della Strada. Per la prima volta, c’è una forte attenzione per il mondo delle due ruote, le moto sono identificate utenti deboli, aprendo così la strada alla realizzazione di infrastrutture ad hoc. Il nuovo Codice della Strada dovrebbe diventare legge entro due anni

Nuovo Codice della Strada, 125 in autostrada e approvazione nel 2016
Il nuovo Codice pensa anche alle moto
Nella seduta odierna della Commissione Trasporti della Camera è stato approvato il testo  che definisce i criteri vincolanti a cui dovrà attenersi il Governo nel realizzare il nuovo Codice della Strada. Nel testo approvato i motociclisti sono identificati come “utenti vulnerabili”, una novità molto importante per “costringerà”, tra l’altro, alla realizzazione di infrastrutture che tengano conto della sicurezza dei motociclisti, nonché l’eliminazione di ostacoli presenti che possano mettere a rischio l’incolumità di chi usa le due ruote. Tra le altre importanti novità la possibilità per i 125, se guidati da maggiorenni, di entrare in autostrada e tangenziali, allineandosi così a quanto già accade in Europa. Inoltre si stabilisce che in futuro le corsie riservate ai mezzi pubblici potranno essere utilizzate anche da motocicli e biciclette. Per le due ruote a pedali viene introdotto un sistema di marchiatura volontaria del telaio, che renderà più semplice alla forze dell’ordine l’identificazione e il recupero delle biciclette rubate. “L’approvazione del testo che contiene le richieste di Confindustria ANCMA è la testimonianza del dialogo costante e concreto che l’Associazione ha con gli organi deputati a legiferare” ha affermato soddisfatto Corrado Capelli, presidente di Confindustria ANCMA “Lavoriamo quotidianamente sul fronte della sicurezza stradale considerandolo uno dei temi principali sui quali puntare e sul quale sensibilizzare il Governo e l’opinione pubblica. Anche all’interno della 72° edizione dell’Esposizione Mondiale del Motociclismo, dal 6 al 9 novembre a Milano, racconteremo gli sforzi del settore in questa direzione e lo stato delle infrastrutture in Italia”. Ora il testo approvato alla Camera passerà al Senato dove è possibile siano introdotte delle modifiche, ma non tali da stravolgere il testo. È possibile che il nuovo Codice della Strada venga approvato in maniera definitiva (col varo dei decreti attuativi) sul finire del 2015 o più probabilmente all’inizio del 2016.

 



COMMENTI
Ritratto di topomoto
23 Luglio 2014 ore 10:49
Sento già i brividi ogni volta che un camion mi sorpasserà....
NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    16 Giugno 2022
    Le modifiche apportate all’articolo 50 del Codice della Strada introducono due importanti novità per quanto riguarda le e-bike. In particolare, vengono fissate sanzioni più chiare per chi vende modelli più potenti e per chi “trucca” i motori ed è introdotta una nuova  “sotto-categoria” per il trasporto merci. Ecco tutti i dettagli
  • Politica e trasporti
    22 Aprile 2022
    La questione dei semafori con conto alla rovescia è sul tavolo del Ministero e pare sia pronto per la firma il decreto che ne regolamenterà l’utilizzo in tutta Italia. La soluzione dovrebbe garantire un traffico più veloce e maggiore sicurezza. Ecco come funzioneranno e su quali incroci verranno istallati
  • News
    28 Febbraio 2022
    Rendere tutti i veicoli circolanti per strada connessi e capaci di riconoscersi e dialogare tra loro. Il piano è ben definito, ma per applicare la necessaria tecnologia anche alle due ruote serve uno sviluppo dedicato. Da qui il ruolo del Connected Motorcycle Consortium
Filtra tutti i contenuti per marca
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
IN EDICOLA
Sul numero di alVolante in edicola
Fresche di lancio già guidate
Green Planet