NOVITA' MOTOCICLISMO

Kawasaki e Yamaha insieme per un motore a idrogeno

Le due case giapponesi si sono unite in pool con Mazda, Subaru e Toyota stringendo un accordo per lo studio e la realizzazione di un motore a idrogeno. Si tratterebbe di una via alternativa al motore elettrico, attualmente l'unica battuta per il raggiungimento della cosiddetta "carbon neutrality"

Kawasaki e Yamaha insieme per un motore a idrogeno
Potenze in gioco
Kawasaki e Yamaha si sono unite in pool con Mazda, Subaru e Toyota per la realizzazione di un motore a idrogeno. Se la via dell'elettrico è ormai battuta da anni e propone varianti in grado di stuzzicare i gusti (e il portafogli) di molti appassionatri, non si è ancora valutata la fattibilità dell'alternativa a idrogeno. Per questo l'accordo tra i cinque produttori li vedrà al lavoro per il raggiungimento della cosiddetta Carbon Neutrality, vale a dire l'azzeramento delle emissioni inquinanti. In questo "superteam" la casa di Akashi giocherà un ruolo rilevante dato che sono anni che Kawasaki Heavy Industries lavora con l'idrogeno e ha già sviluppato la tecnologia pronta per la produzione, il trasporto e l'uso di questo gas lungo le catene di approvigionamento.
Il colosso giapponese attualmente è nel bel mezzo di test di verifica sulla trasportabilità dell'idrogeno, attività che Kawasaki sta portando avanti mediante una tecnologia proprietaria decisamente avanzata. Meno "spinta", invece, la posizione di Yamaha che solo ora si sta affacciando verso questa fonte di energia. Al pool di potenze automotive, inoltre, in un futuro neanche troppo lontano dovrebbero aggiungersi anche Honda e Suzuki andando così a completare il poker composto dalle quattro sorelle giapponesi. Attualmente le case sono al lavoro ma non è stato ancora sviluppato nulla di concreto né per quanto riguarda il versante auto, né in quello moto, per saperne di più, dunque, non ci resterà che attendere. Quello che è certo è che la corsa verso l'indipendenza dal combustibile fossi si fa sempre più agguerrita!


 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    19 Maggio 2022
    Ha un motore brillante e poco assetato, sospensioni a punto e una carena protettiva. Attenzione alle vibrazioni, soprattutto agli alti regimi e al cambio, che se strapazzato potrebbe risultare duretto. Basse le quotazioni
  • Moto
    07 Maggio 2022
    Non una rivoluzione, ma un’evoluzione. Così Kawasaki presentando la nuova KX250 m.y. 2023, rivista sia nel motore che nella ciclistica. Più potente e più fluida ai medi e bassi regimi, l’enduro di Akashi è stata messa a punto guardando all’esperienza maturata dai piloti AMA Supercross e MXGP. Ecco come cambia
  • Spy
    27 Aprile 2022
    Dal Giappone rilanciano la possibilità che Kawasaki sia al lavoro su una versione neo retrò della Z 400, equipaggiata però con il motore quattro cilindri della Ninja ZX- 25R opportunamente rivisto nei valori di alesaggio e corsa. La vedremo anche in Europa? Al momento sembra parecchio difficile
Filtra tutti i contenuti per marca
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
IN EDICOLA
Sul numero di alVolante in edicola
Fresche di lancio già guidate
Green Planet