NOVITA' MOTOCICLISMO

Honda CBR 1000 RR-R, ecco prezzi e disponibilità

Le tanto attese CBR 1000 RR-R e SP arriveranno nelle concessionarie Honda alla fine di febbraio. I prezzi sono perfettamente in linea con la qualità e la dotazione tecnica della nuova SBK giapponese, mentre per vederla dai concessionari dovremo aspettare la fine di febbraio

Honda CBR 1000 RR-R, ecco prezzi e disponibilità
Arrivano a febbraio
Dopo averle viste a EICMA 2019, Honda ha ufficializzato prezzi e disponibilità delle nuove CBR 1000 RR-R e SP. Le moto saranno disponibili nelle concessionarie Honda a partire da fine febbraio, quindi giusto in tempo per l'inizio della bella stagione, al prezzo di 22.990 la base e 26.990 euro per la più raffinata SP. Una CBR tutta nuova era attesa da tempo e la moto che Honda ha presentato all'ultimo salone di Milano non ha certo tradito le aspettative: il motore a 4 cilindri in linea è completamente nuovo e ha una potenza massima di 217,5 CV e una coppia massima pari a 113 Nm a 12.500 giri/min. L'elettronica è di livello: ci sono tre Riding Mode e all’interno di essi è possibile regolare parametri fondamentali come il livello di potenza (da 1 a 5), di freno motore (su tre livelli), il controllo di trazione (9 livelli e disinseribile), la gestione dell’impennata (tre livelli e disinseribile) e il launch control, regolabile su un numero impostato di giri per ottenere partenze sempre fulminee ed efficaci. Chiude la rassegna tecnologica il Cornering ABS regolabile su due modalità di intervento, una più stradale e l’altra studiata per l’uso in pista.
Il telaio, completamente riprogettato, è in alluminio con struttura a diamante mentre a livello sospensioni troviamo una forcella BPF (Big Piston Fork) da 43 mm di Showa abbinata a un ammortizzatore Showa BFRC-L (Balance Free Rear Cushion Light). Chiude la rassegna il nuovo ammortizzatore di sterzo elettronico a pistoncino Showa HESD (Honda Electronic Steering Damper) settabile su 3 livelli. Tanta l'attenzione anche all'aerodinamica: è stata abbassata la cover del serbatoio per offrire una posizione “in carena” il più efficace possibile, in più cupolino e parafango anteriore sono stati studiati per fendere l’aria diminuendo in maniera drastica l’attrito. Per generare infine la portanza necessaria alle alte velocità, la CBR monta alette laterali realizzate con la stessa struttura di quelle della RC213V del 2018: queste appendici riducono la tendenza a sollevare la ruota anteriore in fase di accelerazione e garantiscono una maggiore stabilità in staccata e in inserimento di curva. 


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    17 Gennaio 2020
    Otto anni dopo il ritorno alla Dakar della squadra ufficiale HRC, Ricky Brabec porta al trionfo la Honda e interrompe la lunga serie di vittorie di KTM che durava ininterrottamente dal 2001. A completare il podio Pablo Quintanilla su Husqvarna e Toby Price su KTM
  • News
    16 Gennaio 2020
    MotoGP news – In questi ultimi mesi Marc Marquez è stato impegnato nella riabilitazione della spalla destra operata a fine novembre, ma non tutto sembra andare secondo i piani. Lo spagnolo spera comunque di arrivare ai test in Malesia in condizioni migliori
  • News
    09 Gennaio 2020
    Honda chiude il 2019 con numeri tutti in positivo. La Casa dell’Ala dorata mantiene il primo posto nelle vendite per quanto riguarda il comparto scooter, replicando il risultato anche nella categoria moto. I meriti vanno tutti - o quasi - ai tre SH e all’apprezzatissima Africa Twin