NOVITA' MOTOCICLISMO

Honda CB 1000 R 2018 - Ecco il video ufficiale

Rinnovata nell’aspetto, nella ciclistica e nel motore - ora ben più potente - la CB1000R presentata da Honda a EICMA 2017 è quasi pronta per l’approdo nelle concessionarie. Nel frattempo, ecco il video ufficiale Honda che ne illustra le principali caratteristiche

Honda CB 1000 R 2018 - Ecco il video ufficiale
Video Honda CB1000R
Presentata in occasione dell’ultima edizione di EICMA, la Honda CB1000R è quasi pronta a fare la sua apparizione nelle concessionarie. Data la netta predilezione dei motociclisti verso il segmento naked, c’è da aspettarsi un considerevole successo: la nuova arrivata di Casa Honda, già apprezzata dai visitatori del Salone milanese, vanta maggiore potenza e un look rinnovato. Fin dal primo sguardo è evidente il ridotto numero di parti in materiale plastico (solo sei componenti, il più esteso è il parafango anteriore), mentre risalta l’abbondanza di pezzi e finiture metalliche. Ciononostante la CB1000R 2018 pesa 212 kg in ordine di marcia, quindi è più leggera di 12 kg rispetto al modello uscente (rapporto potenza/peso migliorato del 20%), inoltre è più compatta e ha una posizione di guida più rilassata. Il motore a quattro cilindri da un litro è stato ottimizzato per offrire il 16% in più di potenza massima (145 CV, 20 CV in più) a poco più di 10.000 giri e con un aumento di coppia del 5% ai regimi intermedi. I rapporti del cambio  poi sono più corti del 4%, per garantire un'accelerazione quasi furiosa: nelle prime 3 marce e fino a 130 km/h, la CB1000R (sottolinea compiaciuta la casa giapponese) è addirittura più rapida della Fireblade. La frizione con comando assistito (per limitare lo sforzo della mano) e con sistema antisaltellamento agevola infine il controllo in frenata.
Per l'elettronica troviamo il comando del gas Throttle By Wire (TBW) e la gestione motore con tre Riding Mode che variano erogazione potenza (P, Power), freno motore (EB, Engine Brake) e controllo di trazione “T” (HSTC, Honda Selectable Torque Control); un quarto Riding Mode permette d’impostare liberamente ogni parametro. Nuovo è anche il telaio monotrave in acciaio scatolato, associato a sospensioni di ultima generazione: forcella Showa SFF-BP (Separate Function Front Fork - Big Piston) e monoammortizzatore Showa. Inedito è anche l’impianto frenante con grandi dischi flottanti all’anteriore (310 mm) e pinze ad attacco radiale. In sella la triangolazione della posizione di guida è più rilassata e naturale, grazie al manubrio in alluminio più largo di 12 mm e fissato più in alto di 13 mm, con una seduta rialzata di 5 mm, ora posta a 830 mm da terra.. Ne parlavamo nel dettaglio qui.
Per portarsela a casa (o semplicemente poterla ammirare per le strade) bisognerà però attendere ancora. Nel frattempo, ecco qui sotto il video ufficiale presentato dal Honda che ne illustra le principali caratteristiche. 
loading.......