NOVITA' MOTOCICLISMO

HKR Evo 2, la piuma di Krämer Motorcycles

Equipaggiata con il monocilindrico della Duke e con un peso record di 125 kg, la HKR Evo 2 nasce da un’idea molto semplice: ci si diverte molto di più con pochi kg, piuttosto che con una montagna di CV. Prodotta in serie limitata dalla Krämer Motorcycles può anche essere noleggiata per una giornata di godimento in circuito

HKR Evo 2, la piuma di Krämer Motorcycles
HKR Evo 2, leggerezza vs CV
Nell’epoca delle Superbike con 200 CV e passa cavalli, sono sempre meno gli appassionati disposti a utilizzarle sulle strade normali, anche se aiutati da un'elettronica presa dalle MotoGP. In molti ripiangono i "bei vecchi tempi", quando le potenze erano, anche psicologicamente, più gestibili.
Molti piloti amatoriali chiedono sempre più potenza, senza concentrarsi sul divertimento nella guida... e per la maggior parte di loro 180 o 200 CV sono semplicemente eccessivi” spiegava qualche anno fa Markus Krämer, presentando la sua HKR Evo 1, sportivissima home made spinta dal monocilindrico 690 cm3 della KTM Duke. Un prototipo a lungo evolutosi e trasformatosi nel 2014 nell’HKR Evo 2 RR, con cilindrata a 790 cm3 e peso sotto i 130 kg: a spingerla sempre il motore LC4 cresciuto a 85 CV, con risultati in fatto di accelerazione e velocità sorprendenti. Presoci gusto, Krämer ha quindi scelto di fondare una piccola factory - la Krämer Motorcycles - che, dal suo quartier generale in Germania, potesse rispondere con una piccola produzione alle richieste sempre più numerose di clienti appassionati. È nata così la HKR Evo 2, prodotta in serie limitata, con peso record di soli 125 kg, e sempre il motore LC4 della Duke in versione da 75 CV con coppia di 75 Nm. Per la ciclistica troviamo un semplice (ma efficacissimo) telaio im tubi d'acciaio, forcella da 43 mm e monoammortizzatore entrambi marchiati WP, mentre l’impianto frenante è Brembo all'anteriore con disco singolo da 320 mm e MotoMaster con disco da 220 mm al posteriore. Va da sé che la produzione è limitata, praticamente su ordinazione e il prezzo su richiesta è molto variabile a seconda delle esigenze del cliente. Se la cosa tuttavia dovesse interessarvi, sappiate che è anche possibile noleggiare la HKR Evo 2 per 490 euro al giorno (con una leggera maggiorazione si può usufruire anche dell’assistenza tecnica) e portarla a fare un giro in circuito. Sul sito internet Kramer-motorcycles.com tutti i dettagli del progetto e i contatti necessari. 
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    16 Marzo 2019
    A Lido di Pomposa si è tenuta la consueta commemorazione di Fabrizio Meoni. Grande l'emozione quando si è rivista in azione la 950 del campione di Castiglion Fiorentino a confronto con la 990 sviluppata dal team Kapriony. Il tester d'eccezione era l'ex compagno di squadra di Fabrizio, il mitico Gio Sala: "Quella di oggi è maneggevole e leggera, ma che emozione la vecchia 950". In pista anche Gioele Meoni: "Certe moto non possono stare ferme in garage"
  • News
    15 Marzo 2019
    Per commemorare l'indimenticabile Fabrizio Meoni sono scese in pista la mitica KTM 950 del campione toscano e la 990 di Paolo Caprioni. Insieme a loro c'era la nuova 790 Adventure R che il Team Kapriony sta preparando per disputare il prossimo Rally di Sardegna e (forse) anche la Africa Eco Race 2020. I primi test hanno dimostrato che per essere realmente competitiva, la moto richiede parecchio lavoro
  • Spy
    12 Marzo 2019
    Questo prototipo KTM è il primo mezzo della casa austriaca pensato per la mobilità urbana. SI tratta di un ibrido a metà strada tra uno scooter e un monopattino, ha motore elettrico nel mozzo posteriore e probabilmente un'autonomia intorno ai 50 km