NOVITA' MOTOCICLISMO

Ducati accelera nel secondo semestre e contiene le perdite del 2020

Borgo Panigale ha chiuso l'anno sfiorando le 50mila unità consegnate: grande balzo in avanti in Cina, i numeri crescono anche in Germania e in Svizzera. Lo Streetfighter V4 è stato il modello più venduto nel mondo, in Italia è la Scrambler 800 la moto di maggior successo

Ducati accelera nel secondo semestre e contiene le perdite del 2020
Nonostante la complessa situazione globale e il fermo produttivo di sette settimane proprio nel picco della stagione, Ducati chiude il 2020 con un secondo semestre da record. Grazie ai risultati ottenuti da luglio a dicembre, Borgo Panigale ha consegnato nel 2020 un totale di 48.042 moto, limitando le perdite nel confronto con il 2019 al -9,7%. È un buon risultato, se si considera l’impatto della pandemia e la conseguente chiusura forzata della fabbrica tra marzo e aprile. Sono tre i modelli che sono entrati nella top 30 dell'anno appena concluso in Italia: la Scrambler 800 (12esima con 1327 unità), la Multistrada 950 (25esima con 892 pezzi) e la Multistrada 1260 (28esima con 835 esemplari).

L'export aiuta
Prosegue inoltre il trend di crescita degli ultimi anni in Cina che, con 4.041 moto vendute (+26%) diventa il quarto mercato globale per l’azienda. Un aumento nelle vendite rispetto al 2019 si registra anche in Germania, con 5.490 unità (+6,7%), e in Svizzera (+11,1%). Il primo mercato a livello mondiale si conferma comunque l’Italia con 7.100 moto.

Una visione globale
“Il 2020 è stato un anno complesso sotto tanti aspetti – ha rimarcato l'ad Claudio Domenicali-. Inevitabilmente si è chiuso in modo diverso da come avremmo voluto, ma Ducati ha saputo sfruttare al meglio il trend di recupero iniziato a giugno, ottenendo un’eccellente seconda parte dell’anno e con un risultato finale migliore rispetto alle previsioni di marzo. Abbiamo inoltre conquistato per la seconda volta nella nostra storia il titolo mondiale costruttori in MotoGP”.
La vittoria nel campionato riservato ai prototipi è stato un traguardo importante, raggiunto a 13 anni di distanza dal magico 2007 della Desmosedici e per la prima volta con la cilindrata 1000cc.

Le novità del 2020
L'anno appena concluso è stato caratterizzato anche dall’apertura della nuova filiale australiana e dall’avvio della produzione di esemplari unici in serie limitata, quali la Superleggera V4 e la Diavel 1260 Lamborghini. A livello globale, lo Streetfighter V4 è risultato il modello più venduto con 5.730 unità. Per quanto riguarda invece le famiglie, quella della Scrambler è stata la più distribuita con 9.265 moto.

Il prossimo futuro
Le prime consegne della nuovissima Multistrada V4 sono già iniziate e nei prossimi mesi i concessionari Ducati riceveranno anche le altre novità 2021: la Panigale V4 SP, la SuperSport 950, il Monster e lo Scrambler Night Shift.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    06 Marzo 2021
    MotoGP news – Sono iniziati i test a Losail, la giornata si è conclusa con l’Aprilia RS-GP di Aleix Espargaro davanti a tutti. Seguono poi la Honda di Stefan Bradl e la Suzuki di Joan Mir. Ducati ha ottenuto il quarto miglior tempo con Jack Miller, mentre Valentino Rossi ha chiuso quattordicesimo
  • News
    23 Febbraio 2021
    MotoGP news – Ducati ha puntato sui piloti giovani, promuovendo Jack Miller e Francesco Bagnaia alla squadra ufficiale. Fonsi Nieto, il coach del team Pramac dove entrambi hanno militato, approva questa mossa: "Penso che il ciclo di Dovizioso fosse già concluso prima ancora dell'inizio dello scorso anno"
  • News
    20 Febbraio 2021
    Tre tappe sono già inserite in calendario: DRE Road e DRE Rookie a Modena nei weekend 22-23 maggio e 25-26 settembre e DRE Racetrack a Misano il 14-15 luglio. Tra le novità, DRE Racetrack “One to One – V2” con la Panigale V2