NOVITA' MOTOCICLISMO

Codice della Strada, ok ai tre ruote in autostrada. ANCMA soddisfatta

Col voto della Camera al Decreto Semplificazione arriva il via libera alla circolazione dei tre ruote in tangenziali e autostrade. Una norma attesa da tempo ed accolta con favore da ANCMA

Codice della Strada, ok ai tre ruote in autostrada. ANCMA soddisfatta
Sì ai tre ruote
Il voto della Camera al “Decreto Semplificazione” ha formalmente dato il via libera alla norma che consente la circolazione dei mezzi a tre ruote in autostrade e tangenziali. La legge che sarà operativa a breve con la pubblicazione nei prossimi giorni sulla Gazzetta Ufficiale, permette ai tre ruote omologati come tricicli (appartenenti alla categoria internazionale “L5e-A”) di cilindrata non inferiore a 250 cm3 e comunque di potenza non inferiore a 15 kW di entrare "legalmente" in autostrada. Il provvedimento, del tutto necessario era atteso già dallo scorso anno ed è stata accolto con favore da ANCMA, che da tempo ne attendeva l’approvazione: “Dopo una battuta d’arresto subita lo scorso luglio a livello parlamentare - scrive in una nota l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori - il Codice della Strada fa chiarezza e riconosce finalmente ai tre ruote questa nuova possibilità: un articolo di poche righe sana così un importante vuoto legislativo”.
Quello dei tre ruote, va d’altra parte evidenziato, risulta ad oggi un segmento di mercato in sensibile aumento e cresciuto solo nell’ultimo anno del 10%, cioè il doppio rispetto al trend complessivo (+5%). A conferma basterebbe ricordare i numerosi progetti in "gestazione" da parte delle principali case motociclistiche come il possibile TMAX a tre ruote di Yamaha o l’inedito modello immaginato da Kawasaki

Cliccate qui per tutti i dettagli sulle nuove norme che consentono ai tre ruote di andare in autostrada.
 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    17 Dicembre 2020
    Gli importi delle sanzioni previste dal Codice della strada vengono ritoccati ogni due anni in base all'inflazione: in genere crescono perché è positiva, ma nell'ultimo periodo questo dato è sceso sotto lo zero, in vista una riduzione delle multe?
  • Politica e trasporti
    25 Settembre 2020
    Sembrava filasse tutto liscio, ma niente da fare, il Codice della Strada è tornato di nuovo in Commissione. La riforma attesa da anni segna ancora un altro intoppo, ecco quali sono al momento le novità più importanti in attesa di approvazione
  • Politica e trasporti
    18 Settembre 2020
    La “mini-riforma” del Codice della Strada concede più autonomia ai comuni, in città arrivano gli autovelox, gli ausiliari del traffico sono promossi a pubblici ufficiali e ai netturbini viene concesso il potere di multare per divieto di sosta