NOVITA' MOTOCICLISMO

Scooter 3 ruote: tra poco riammessi in autostrada!

Tra le numerose "semplificazioni" contenute nel decreto che il Parlamento sta convertendo in legge, c'è anche quella che riguarda la circolazione dei veicoli classificati L5e, i cosiddetti "tricicli". Quando la legge sarà approvata dal Senato e dalla Camera, gli scooter a tre ruote saranno finalmente ammessi in autostrada

Scooter 3 ruote: tra poco riammessi in autostrada!
Forse è la volta buona. Diciamo "forse" per scaramanzia, ma i dirigenti di Confindustria ANCMA (che hanno combattuto una lunga battaglia per arrivare a questo risultato) sembrano abbastanza sereni mentre riferiscono che gli scooter a tre ruote, i cosiddetti "tricicli" classificati L5e, tra qualche settimana saranno finalmente ammessi a circolare a pieno titolo in autostrada.
Nel pomeriggio di giovedì 3 settembre infatti le commissioni Affari costituzionali e Lavori pubblici del Senato, impegnate nella conversione in legge del "decreto semplificazioni", hanno approvato un emendamento all'art.175 del Codice della Strada presentato dai senatori Di Girolamo, Santillo e Anastasi che finalmente autorizza la circolazione degli scooter a tre ruote in autostrada. Il testo dell'emendamento è chiarissimo: "all'articolo 175, comma 2, lettera b), sono aggiunte, infine, le seguenti parole: '', ad eccezione dei tricicli, di cilindrata non inferiore a 250 cc se a motore termico e comunque di potenza non inferiore a 15 kW, destinati al trasporto di persone e con al massimo un passeggero oltre al conducente''. Ora si tratta solo di attendere che tutto questo diventi legge dello Stato dopo la definitiva approvazione dell’aula e della Camera, approvazione che deve avvenire entro il prossimo 16 settembre. Da notare che nel nuovo testo si fa riferimento alla cilindrata, ma soprattutto ala potenza dei veicoli: in questo modo il Codice è già adeguato (almeno per questa categoria di veicoli) ai futuri tricicli elettrici e non solo a quelli con motore a scoppio.

Basta con le interpretazioni
L'approvazione dell''emendamento rappresenta finalmente una svolta positiva in una vicenda complicata (come avevamo spiegato in questo articolo). Una vicenda che ha portato multe e problemi di vario genere per gli innocenti proprietari, ma che ha penalizzato pesantemente anche le vendite di questi veicoli, utilizzati soprattutto per il "commuting" casa-ufficio. Dopo che per una decina di anni gli scooter a tre ruote avevano circolato su tutte le strade, tangenziali e autostrade senza problemi, nell'estate del 2019 la loro omologazione e quindi la cicolazione in autostrada era stata messa in discussione da interpretazioni contrastanti del Codice da parte delle forze dell'ordine e successivamente anche dei Ministeri coinvolti nella vicenda.
Ecco allora come sarà (dopo l'approvazione della legge) il testo dell'art. 175 del Codice della Strada:

Art. 175. Condizioni e limitazioni della circolazione sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali.
1. Le norme del presente articolo e dell'art. 176 si applicano ai veicoli ammessi a circolare sulle autostrade, sulle strade extraurbane principali e su altre strade, individuate con decreto del Ministro dei lavori pubblici, su proposta dell'ente proprietario, e da indicare con apposita segnaletica d'inizio e fine.
2. È vietata la circolazione dei seguenti veicoli sulle autostrade e sulle strade di cui al comma 1:
a) velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150 cc se a motore termico e motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250 cc se a motore termico;
b) altri motoveicoli di massa a vuoto fino a 400 kg o di massa complessiva fino a 1300 kg, ad eccezione dei tricicli, di cilindrata non inferiore a 250 cc se a motore termico e comunque di potenza non inferiore a 15 kW, destinati al trasporto di persone e con al massimo un passeggero oltre al conducente.



Ultimo arrivato nella categoria degli scooter a tre ruote lo Yamaha Tricity 300 (qui la prova)

 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Notizie dalla rete
    24 Agosto 2020
    La Vespa, molto probabilmente, è lo scooter più famoso al mondo. E come tale spesso ha subito tentativi di plagio. L'ultimo in ordine di tempo è quello della tedesca Kumpan che a EICMA 2018 presentò uno scooter parecchio simile a quello di Pontedera. Piaggio all'epoca fece ricorso, ma l'ente dell'Unione Europea che si occupa di brevetti ha dato ragione alla società teutonica
  • News
    08 Agosto 2020
    Il 3W- Delivery 125cm3 Euro 5 di Piaggio di cui già avevamo visto alcuni brevetti entrerà in servizio per Poste Italiane. Al di là della notevole maneggevolezza, il merito va in particolare alla sua straordinaria capacità di carico
  • Industria e finanza
    28 Luglio 2020
    Ricavi in calo, ma non di molto considerate le enormi difficoltà a cui il mercato è andato incontro in questi mesi di lockdown. Approvato dal cda, il bilancio del Gruppo Piaggio per il primo semestre dell’anno evidenzia la capacità dell’azienda di reggere alla crisi