NOVITA' MOTOCICLISMO

Bultaco ritorna: verranno prodotte 1000 moto all’anno

L’azienda spagnola, a partire dalla fine del 2015, sfornerà mille esemplari della Brinco: un ibrido tra moto e bici, con pedali e motore elettrico da 60 Nm di coppia

Bultaco ritorna: verranno prodotte 1000 moto all’anno
Ripartenza con l'elettrico
Il marchio Bultaco è pronto a ripartire: l’azienda spagnola, situata in un capannone di 2.000 metri quadri nei pressi di Barcellona, ha in programma la produzione di 1000 moto all’anno. Il progetto consiste nel lanciare il nuovo modello elettrico Brinco, a partire dalla fine del 2014. La capacità dell’impianto di produzione, tuttavia, potrebbe salire fino a 20.000 pezzi all’anno. Ispirato alla vecchia Brinco degli anni ’70, il nuovo modello Bultaco è simile ad una mountain bike con pedalata assistita. Il motore due tempi viene sostituito da un propulsore elettrico incorporato nella ruota posteriore, capace di erogare 2,6 CV. Più esaltante il dato di coppia: quasi 60 Nm. L’autonomia della Brinco, se si usa il solo motore elettrico, è di 30 km, che salgono a 80 se si pedala. La batteria, poi, si ricarica in 3 ore. Il peso, invece, è di 39 kg, inclusa la batteria (9 kg). Per questa Brinco, la Casa spagnola ha annunciato un prezzo di 4.800 euro. Questo, però, è solo uno dei tre modelli mostrati lo scorso anno da Bultaco: gli altri due, che si chiamano Rapitan e Rapitan Sport, sono più simile a delle motociclette, anche nelle prestazioni (54 CV). Per il momento, però, non si sa ancora nulla riguardo alla loro commercializzazione.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    20 Dicembre 2020
    Il progetto piemontese è il risultato di dieci anni di sviluppo e mostra buone potenzialità: 169 kg per 60 cavalli e autonomia superiore ai 150 chilometri. Rientra nella categoria New energies della Dakar, ci vogliono circa 25mila euro per portarla a casa
  • Spy
    18 Novembre 2020
    Dall’India arrivano alcune fotografie che ritraggono due Burgman elettrici in fase di test. Una notizia che apre nuovi e promettenti scenari, specialmente se si considera che dopo il prototipo a celle combustibili del 2011 non s’era più visto nulla di "green" da parte di Suzuki
  • Green Planet
    02 Novembre 2020
    Yamaha torna sull’ibrido con un nuovo progetto assai differente da quanto finora visto in campo motociclistico. Lo scooter, che sembra un Tmax, è in realtà un elettrico “puro” ma utilizza un piccolo monocilindrico a benzina solo per ricaricare le batterie e aumentare così l'autonomia