NOVITA' MOTOCICLISMO

Bonus bici elettriche e monopattini, quanto vale, come si ottiene e chi ne ha diritto

L’approvazione del Decreto Rilancio ha ufficializzato le agevolazioni di 500 euro per l’acquisto di bici, e-bike e mezzi di micromobilità effettuati entro il 31 dicembre. Rinviato invece al prossimo anno il bonus per la rottamazione di una vecchia moto o auto. Ecco nel dettaglio come funzionano, a chi sono riservati e quanto valgono

Bonus bici elettriche e monopattini, quanto vale, come si ottiene e chi ne ha diritto
Bonus ebike e rottamazione
Comparso nella bozza del Decreto rilancio, poi eliminato e subito dopo ricomparso nel testo definitivo del 13 maggio dopo le proteste di associazioni e rivenditori, l’articolo 205 “Misure per incentivare la mobilità sostenibile” prevede un bonus di 500 per l’acquisto di biciclette, e-bike e mezzi della micromobilità, sharing compreso. Sempre nel Decreto Rilancio, è ricomparso anche il bonus mobilità con rottamazione, già previsto nel Decreto Clima del 2019 che è stato però rinviato al prossimo anno. Vediamo nel dettaglio come funzionano, chi ne ha diritto e quanto valgono.

- Bonus di 500 euro

Come funziona

Il bonus di 500 euro è valido per l’acquisto di biciclette, e-bike e mezzi della micromobilità, come monopattini, monoruota, segway e hoverboard. Probabilmente, cioè come ipotizzato in precedenza, verrà erogato sotto forma di sconto dal rivenditore. 



Chi ne ha diritto

Le agevolazioni possono essere richieste dai maggiorenni residenti nei capoluoghi di regione e di provincia, nelle città metropolitane e più in generale nei comuni con più di 50.000 abitanti. Attenzione però: può essere richiesto una sola volta per gli acquisti effettuati dal 4 maggio al 31 dicembre 2020 fino all’esaurimento fondi di 120 milioni di euro.



Quanto vale


Il contributo è concesso per coprire fino al 60% del costo del veicolo con un tetto massimo di 500 euro, ma vale anche per l’uso di servizi di mobilità condivisa a uso individuale di bici, monopattini e scooter.

- Bonus rottamazione RINVIATO al 2021

Come funziona

È valido per le rottamazioni effettuate dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021 di moto fino a Euro 2 e anche Euro 3 2 tempi e auto Euro 3 e può essere utilizzato entro i successivi tre anni per comprare una bici, un e-bike o un mezzo di micromobilità, ma pure abbonamenti per il trasporto pubblico locale e regionale o per i servizi di sharing.



Chi ne ha diritto
Pensato per ridurre l’inquinamento e lo smog, il bonus è riservato agli abitanti nei comuni interessati dalle procedure di infrazione comunitaria per la violazione delle norme europee sulla qualità dell’aria. Per ottenerlo, sembrerebbe previsto un iter più complicato rispetto a quello del bonus da 500, necessario per accertare l’avvenuta rottamazione tramite la registrazione in un apposito sito, ancora da indicare.


Quanto vale

Il bonus concede 500 euro di incentivo per chi rottama motocicli omologati fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi e 1.500 euro per chi rinuncia alle auto omologate fino alla classe Euro 3. 



 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    15 Ottobre 2020
    Utili per limitare l’inquinamento ed il traffico cittadino, biciclette e monopattini in sharing vengono spesso abbandonati sul marciapiedi, in prossimità di attraversamenti pedonali, davanti alla fermata dei mezzi o in corrispondenza degli scivoli per i disabili. Il servizio avviato a Milano punta a risolvere il problema
  • News
    30 Settembre 2020
    Un video virale mostra un monopattino sfrecciare a circa 100 km/h, dimostrazione lampante di come le norme che regolano uso e circolazione di questi mezzi non siano rispettate né sufficienti. Il presidente dello Sportello dei Diritti Giovanni d'Agata ha detto la sua: "Bisogna aumentare i controlli, così è pericoloso"
  • News
    14 Settembre 2020
    Paura dei contagi, obbligo di mascherina, capienza dei mezzi ridotta e modifica degli orari nelle scuole cambiano le abitudini di milioni di studenti. Secondo una recente indagine, per quanto riguarda gli spostamenti casa-scuola auto e moto sorpasseranno quest’anno autobus e metropolitane