NOVITA' MOTOCICLISMO

Autovelox Velo OK: irregolari secondo il ministro Lupi

Molti comuni hanno preso l'abitudine di posizionare finti autovelox ai bordi della strada: i Velo OK  spesso non hanno al loro interno alcun apparecchio rilevatore di velocità. Il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha ribadito sul suo blog che questi dispositivi non sono regolari e in alcuni casi addirittura “pericolosi”

Autovelox Velo OK: irregolari secondo il ministro Lupi
Autovelox finti e illegali
I “Velo Ok” o “Speed Check”, stanno spuntando come funghi sui bordi delle nostre strade, hanno l'aspetto di Autovelox e in alcuni casi lo sono veramente, ma spesso sono solo dei cilindri in metallo vuoti, che servono solo per spaventare motociclisti e automobilisti. Un "andazzo" poco aprezzato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi che, sul suo blog ha pubblicato la lettera che ha inviato ai comuni per dissuaderli dall’idea di utilizzarli questi strumenti. Lupi ha sottolineato che i Velo OK vuoti “Non sono inquadrabili in alcuna categoria di dispositivo o di segnaletica previsti dal vigente Codice della Strada, pertanto non sono suscettibili né di omologazione né di approvazione o autorizzazione”. Infatti per essere in regola gli Autovelox devono contenere all’interno il misuratore di velocità approvato e, secondo Lupi devono funzionare, non possono essere utilzizati solo per indurre a rallentare chi guida. Inoltre, secondo il Ministro, possono essere “un pericolo” dal momento che, se posizionati vicino alla carreggiata, sono un pericolo per chi guida (motociclisti in particolare): “La loro eventuale dislocazione a bordo strada dovrebbe considerare la possibilità che tali manufatti possano costituire ostacolo fisso, ancorché posti al di fuori della carreggiata”... Oltretutto questi cilindri non sono regalati, pare infatti che ogni Velo OK vuoto costi ai comuni circa 3 mila euro, una cifra che potrebbe essere spesa in maniera migliore.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    24 Agosto 2021
    La Direccion General de Trafico ha ad oggi schierato oltre 39 droni di sorveglianza in tutta la Spagna. Dotati di una funzione di tracciamento automatico del veicolo, potranno svolgere anche una funzione di vigilanza del traffico stradale, fungendo da veri e propri autovelox volanti…
  • News
    03 Giugno 2021
    Certamente utili dal punto di vista della sicurezza stradale - specialmente se considerati come “dissuasori” - gli Autovelox in Italia la fanno da padrone. I dati non mentono: il numero di dispositivi installati nel Bel Paese è doppio rispetto alla Germania e triplo rispetto alla Francia…
  • Politica e trasporti
    14 Maggio 2021
    Il partito francese Les Républicains sta portando avanti una battaglia affinché agli apparecchi si rilevamento della velocità mobili vengano applicate le stesse regole valide per quelli fissi: uno su tutti l’obbligo di essere segnalato ad automobilisti e motociclisti