SPORT

Swank Rally di Sardegna: programma e costi a due mesi dall'evento

La terza edizione dell'evento dedicato ai gentlemen riders scatterà a fine settembre: dopo il prologo al crossodromo della Malpensa, la prima tappa porterà a Genova per l'imbarco. In Sardegna tre giorni di prove speciali per soddisfare i più esigenti, ma sarà possibile partecipare anche solo con la formula raid

Swank Rally di Sardegna: programma e costi a due mesi dall'evento
Mancano due mesi al via della terza edizione dello Swank Rally di Sardegna, l'evento nato da un'idea di Renato Zocchi, già artefice della prima versione del rally sull'isola, negli anni '80. Rilanciato nel 2019 da Adventure Riding e Deus Ex Machina, lo Swank ha la particolarità di essere un rally con prove auto cronometrate, per una manifestazione che vuole essere una gara, ma pur sempre tra amici.

Il programma
Verifiche tecniche, prologo e partenza saranno al campo di motocross di Malpensa, mentre la prima tappa si disputerà fino a Genova, con una seconda prova speciale. L'imbarco sarà quindi nel capoluogo ligure, con le rimanenti tre tappe che si svolgeranno su suolo sardo. Frazioni da 200 a 300 chilometri per giornata, lungo un percorso con panorami mozzafiato e un mix di terreni che richiede al pilota un bagaglio tecnico completo.

Le categorie
Due le possibilità di partecipazione, una non competitiva “Swank Experience” aperta a tutti i tipi di moto da fuoristrada, e una competitiva, “Swank Rally” divisa in due categorie: R1 (moto da enduro e rally storiche immatricolate prima del 31/12/1999), e R2 (moderne, tutte le maxi enduro, scrambler e le enduro specialistiche, immatricolate dopo il 31/12/1999). Per entrambe le formule è necessario avere il mezzo in regola per la circolazione su strada e non è consentito portare passeggeri. Le tappe si articoleranno in trasferimenti e prove speciali, con crono in linea e ad anello, sempre auto-cronometrate dal pilota. Saranno assicurati assistenza medica, camion scopa e servizio bagagli.

Premi e costi
La formula strizza l'occhio ai gentlemen riders e anche i premi ricalcano lo spirito amichevole della manifestazione. Sarà infatti assegnato uno swank prize a chi si distinguerà in qualsiasi modo durante l’evento. Dallo spirito, all’abbigliamento. Ci sarà poi un precision trophy, in collaborazione con Garmin Italia, che premierà i tre piloti della categoria Experience che avranno percorso - nel complesso di tutto l’evento- il numero di chilometri più vicino a quello indicato dall’organizzazione. Infine sarà assegnato un team trophy: ci sarà infatti un ranking dedicato alle squadre, ma i componenti del team entreranno anche individualmente nella classifica. Un team può essere composto da 3 o 4 piloti, tutti iscritti alla categoria competitiva R1 o R2. Per la classifica si considera la somma delle posizioni in classifica finale, dei primi tre componenti del team stesso. Le iscrizioni vanno da 990 a 1090 euro, tutti i dettagli in merito sono disponibili sul sito adventureriding.it.