SPORT

Sono pazzi questi americani: King of Baggers diventa un campionato!

Dopo il successo dell'evento organizzato a Laguna Seca, le gare riservate alle maxi GT americane diventano una serie di contorno del MotoAmerica. Tutto è esagerato: motori oltre i 2 litri, peso minimo che sfiora i 300 chilogrammi. Ma i tifosi sono andati in visibilio e ora anche la Fox Sports vuole lo show

Sono pazzi questi americani: King of Baggers diventa un campionato!
A discapito degli scettici che non comprendono i gusti degli americani, il debutto di King of the Baggers a Laguna Seca lo scorso ottobre (qui sotto il video) è stato un successo travolgente, tanto che le gare tra le maxi GT USA torneranno nel 2021, organizzate in una serie di cinque round in concomitanza con MotoAmerica, la superbike statunitense.

Grande attesa
Il campionato, che aggiunge benzina sul fuoco a una delle più antiche rivalità nel motorsport (Harley-Davidson vs Indian), inizierà al Michelin Raceway Road Atlanta, dal 30 aprile al 2 maggio, e avrà la copertura televisiva di Fox Sports.
Mentre il debutto del King of the Baggers è stato organizzato a invito, la serie 2021 sarà aperta a tutti i titolari di licenza AMA. Ci sarà un vero e proprio campionato, con tanto di premi e ambitissimo titolo.

Il grande Wayne
“Onestamente, la gara di debutto a Laguna Seca è andata meglio di quanto avremmo potuto sognare - ha ammesso il presidente di MotoAmerica Wayne Rainey-. La popolarità dell'evento è stata pazzesca, quindi perché non fare di più? Sappiamo che ci sono un sacco di fan delle bagger, perché i video del debutto sono stati visti da milioni di persone. Avere cinque gare ci dà l'opportunità di portare King of the Baggers ai fan in diverse aree del paese. Abbiamo anche scelto di rendere la serie aperta a qualsiasi pilota qualificato, il che dovrebbe portare nella serie nuove squadre e nuove moto, assemblate ad hoc dai rivenditori specializzati”.

Tutto è oversize
La gara inauguarale è stata vinta da una Indian, Harley-Davidson è quindi chiamata ora a rispondere. Il regolamento tecnico permette ampi margini di intervento, dall'alesaggio e corsa dei cilindri alla distribuzione. Anche il software della centralina può essere oggetto di intervento, e la raccolta dati è permessa. I motori con raffreddamento ad aria possono arrivare fino alla mostruosa cilindrata di 2147cc, quelli a liquido fino a 1835cc. E state a sentire: il peso minimo esiste, ma è esagerato pure quello: 288 chilogrammi! Ne vedremo sicuramente delle belle!