SPORT

SBK 2022 Estoril – Rea e Razgatlioglu sotto il record in Superpole

Rea in Superpole ha girato più forte di tutti e con il tempo di 1’35”346 è sceso sotto il record della pista, che già gli apparteneva. Sarà l’irlandese della Kawasaki a partire dalla prima casella dello schieramento, sul tracciato di Portimao

SBK 2022 Estoril – Rea e Razgatlioglu sotto il record in Superpole
Jonathan Rea ha messo le cose in chiaro nelle prove ufficiali del round Portogallo, terza prova del mondiale Superbike: in Superpole ha girato più forte di tutti e con il tempo di 1’35”346 è sceso sotto il record della pista, che già gli apparteneva. Sarà l’irlandese della Kawasaki a partire dalla prima casella dello schieramento, sul tracciato di Portimao non ha paura di nessuno.

Toprak è lì
Però Toprak Razgatlioglu, Il suo rivale per eccellenza, gli è incollato: ha girato a sua volta sotto il record e li separa meno di un decimo di secondo. Entrambi sono carichi come molle, ed entrambi vogliono recuperare dopo i punti persi nella caduta che li ha visti coinvolti in gara 2 ad Assen: l’atmosfera è rovente. Alvaro Bautista, terzo, completa la prima fila ma accusa un ritardo superiore al mezzo secondo (0”617) e questo sorprende un po’: nelle prove libere era sempre stato appiccicato agli altri due. Difficile pensare però che possa accontentarsi di osservare da posizione privilegiata gli altri due che lottano per la vittoria…

Tempo incerto
La presenza di minacciosi nuvoloni ha spinto i piloti a “tirare” sin dall’inizio per ottenere subito un buon tempo e scongiurare il rischio pioggia, ma è andato tutto liscio. Per Scott Redding... anche di più. Dall’inizio della stagione sta lottando con la messa a punto della moto e naviga nelle retrovie, chi avrebbe mai pensato di trovarlo in quarta posizione? E a solo 0”633 dalla pole position! Forse qualcosa è cambiato sulla BMW ufficiale e c’è la speranza che la lotta al vertice tra Kawasaki, Yamaha e Ducati possa allargarsi anche alla Casa bavarese.

Locatelli va bene
Andrea Locatelli continua a picchiare con regolarità sulle posizioni a ridosso dei primi ed è quinto a 0”852 da Rea, fianco a fianco di Michael Ruben Rinaldi, più lento di lui di appena 4 centesimi di secondo. È di nuovo Yamaha contro Ducati anche nella lotta dei numeri due, e un paio di decimi più indietro c’è Alex Lowes, compagno di box di Rea alla Kawasaki. Partirà con l’ottavo tempo, preceduto da Iker Lecuona con la più veloce delle due Honda ufficiali.
Eugene Laverty, nono con la BMW di Bonovo Action, è il migliore degli “indipendenti”, seguito da Lucas Mahias e Xavi Vierge. Mancano all’appello Michael van der Mark, vittima di una frattura al femore nelle prove del venerdì, Philipp Oettl che si è infortunato a sua volta, e Garrett Gerloff, il re dei privati: nella caduta delle FP3 ha riportato una ferita al ginocchio sinistro e i medici lo hanno dichiarato “unfit»: anche lui salterà la gara.

Questi i migliori sei in Superpole

1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’35.346
2. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +0.091s
3. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) +0.617s
4. Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) +0.633s
5. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +0.852s
6. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +0.890s

 



NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • SuperBike
    22 Giugno 2022
    SBK news – I primi quattro round del mondiale hanno visto Alvaro Bautista dominare in diverse occasioni la scena e Michael Rinaldi a tratti faticare, calcando però il podio a Misano. Di questo e di tanto altro ha parlato il direttore generale di Ducati Corse Gigi Dall’Igna in attesa del ritorno in pista della Superbike
  • MotoGP
    13 Giugno 2022
    SBK news – Nel quarto round stagionale, disputato a Misano, Toprak Razgatlioğlu è tornato alla vittoria nella Superpole Race per la prima volta in questa stagione. Il turco ha concluso il round italiano con una prima e una seconda posizione, che lo rendono fiducioso per il prosieguo del campionato
  • SuperBike
    13 Giugno 2022
    SBK news – Due podi su tre è stato il bottino di Jonathan Rea a Misano, dove quest'anno non ha conquistato neanche una vittoria. Il nord-irlandese ha commentato le sue prestazioni della domenica, raccontando le difficoltà avute e la convinzione di lasciare l'Italia con la coscienza pulita