SPORT

SBK 2022, Bautista vince tutto: “È stato bellissimo, ma non facile”

SBK news – Primo in campionato, Alvaro Bautista ha vinto tutte le tre gare disputate sul circuito di Barcellona con prestazioni magistrali. In Gara2 anche Michael Rinaldi è stato nel gruppo dei migliori, chiudendo alle spalle del compagno di squadra

SBK 2022, Bautista vince tutto: “È stato bellissimo, ma non facile”
"Dobbiamo rimanere concentrati"
Gara1, la Superpole Race e Gara2 andate in scena nel fine settimana appena passato a Barcellona, hanno avuto come protagonista sempre lo stesso pilota: Alvaro Bautista. Lo spagnolo è stato incisivo in tutte le tre prove della Superbike alla guida della Ducati Panigale V4R dell’Aruba.it Racing – Ducati team e ha rafforzato il suo vantaggio in campionato.
Un fine settimana praticamente perfetto il suo, anche se lo spagnolo ha ammesso: “Sono davvero molto felice. È stato un weekend bellissimo ma non crediate che sia stato facile. È vero, abbiamo vinto tutte le gare, anche con margine (domenica ha raggiunto i 10 secondi di vantaggio, ndr), ma solo perché il lavoro che abbiamo fatto con il team è stato davvero molto buono. Sono contento di aver regalato belle emozioni ai miei familiari, ai miei amici e ai tanti tifosi che sono venuti a Barcellona. La stagione, però, è ancora lunga. Dobbiamo rimanere concentrati”. Gli avversari lo hanno inseguito riducendo al minimo lo svantaggio nella classifica generale e mancano ancora quattro round al termine della stagione 2022.

La soddisfazione dell'italiano
In Gara2 anche Michael Rinaldi ha avuto un’ottima prestazione: partito dalla quinta casella alla prima curva era già secondo e poi ha lottato con Jonathan Rea, Axel Bassani e infine Toprak Razgatlioglu da cui si è ben difeso. Il romagnolo ha raccontato: “Le sensazioni erano quelle giuste. Sapevo che sarebbe stato importante fare una buona Superpole Race per partire dalla prima o al massimo dalla seconda fila. Sono partito bene e nei primi giri, malgrado la concorrenza fosse agguerrita, ho cercato comunque di gestire le gomme. Sono stato costante e alla fine la strategia si è dimostrata quella giusta. Sono molto contento, è davvero un buon momento ma non ci possiamo accontentare. Dobbiamo ancora migliorare”.

 



NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • SuperBike
    19 Novembre 2022

    Si è corso flag-to-flag, cioè a metà di gara 1 i piloti hanno cambiato moto per passare dalle gomme da bagnato alle slick. È stato Jonathan Rea a leggere meglio la situazione rientrando al box tra i primi, al 10º giro e dopo aver ripreso e superato Smith e andato a vincere in solitaria

  • SuperBike
    19 Novembre 2022

    La pioggia ha reso poco indicative le FP3, l’ultima sessione di prove libere che dovrebbe permettere di verificare le modifiche fatte nella notte, e restano tutte le incognite sulle condizioni che i piloti troveranno in Superpole prima, e poi in gara 1

  • SuperBike
    19 Novembre 2022

    Le qualifiche sono state effettuate sull’ asciutto e a due minuti dalla fine della Superpole lo spagnolo ha dato la zampata girando in 1’29”815, unico a scendere sotto l’1’30”; il resto l’ha fatto Tetsuta Nagashima. Il sostituto di Iker Lecuona  sulla Honda HRC è caduto per la seconda volta nella mattinata provocando l’esposizione delle bandiere gialle