SPORT

SBK 2021 Barcellona - Bandiera rossa nella Superpole Race. Vince Rea

La gara è stata interrotta dopo quattro giri per un incidente che ha coinvolto Lucas Mahias e Chaz Davies alla curva 11. Il britannico è stato trasportato per accertamenti all’Ospedale di Catalunya, dove gli è stata riscontrata una contusione lombare ed è stato dichiarato “unfit”

SBK 2021 Barcellona - Bandiera rossa nella Superpole Race. Vince Rea
Pochi giri di gara soltanto per la Superpole Race del round di Catalogna, nono appuntamento del mondiale Superbike, ma sono stati cinque giri di fuoco. Ha vinto Jonathan Rea battendo per un paio di decimi di secondo Toprak Razgatlioglu, confermando quanto si era visto nel warm up: il nordirlandese era stato il più veloce, sull’asciutto la Kawasaki a Barcellona va forte.
La gara sarebbe dovuta essere più lunga ma è stata interrotta dopo quattro giri per un incidente che ha coinvolto Lucas Mahias e Chaz Davies alla curva 11. Il britannico è stato trasportato per accertamenti all’Ospedale di Catalunya, dove gli è stata riscontrata una contusione lombare ed è stato dichiarato “unfit”, cioè non in grado di correre; Mahias ha preso il via della seconda frazione ma è dovuto rientrare ai box dopo tre giri.

Sfida a tre
Al momento dell’esposizione della bandiera rossa stavano lottando al comando Rea, Razgatlioglu e Scott Redding, e così si sono schierati per la seconda partenza. I due piloti in vetta alla classifica iridata sono riusciti ad uscire velocemente dalla mischia del primo giro, il caposquadra della Ducati invece è stato coinvolto nell’incidente di Andrea Locatelli e Kohta Nozane, così come è rimasto coinvolto Alex Lowes. Il pilota della Kawasaki ha perso pochissimo tempo ed ha concluso la gara al quarto posto, Redding invece è finito nella ghiaia, ne ha perso molto e non è riuscito ad andare oltre il 15º. Ritirati i due piloti che avevano innescato la carambola.
Bravissimo Alvaro Bautista che ha portato la Honda al terzo posto, mentre Michael Ruben Rinaldi ha concluso quinto.
Sesto e primo degli “indipendenti” Axel Bassani, risultato reso ancor più notevole dal fatto che il ragazzo veneto era caduto pesantemente nel warm up, interrotto con bandiera rossa: la sua squadra ha dovuto correre per riparare la moto in tempo per la gara. Settimo posto per Leon Haslam con la seconda delle Honda ufficiali, e ottavo per Garrett Gerloff.
Disastro invece per il team BMW: al primo giro della seconda frazione Michael van der Mark è finito a terra coinvolgendo anche il suo compagno di squadra, Tom Sykes, caduto a sua volta, e nessuno dei due è potuto ripartire. Non è così che funziona il gioco di squadra…


Questi i primi nove della Superpole Race

1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)
2. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +0.211
3. Alvaro Bautista (Team HRC) +2.771
4. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +2.948
5. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +3.428
6. Axel Bassani (Motocorsa Racing) +5.431
7. Leon Haslam (Team HRC) +5.729
8. Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) +5.814
9. Christophe Ponsson (Gil Motor Sport Yamaha) +9.514

Giro veloce: Toprak Razgatlioglu (Yamaha) 1’41.493 (Nuovo giro record)
 

 



NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • SuperBike
    16 Ottobre 2021
    Sarà l’inglese della Ducati a partire al palo, con a fianco il turco della Yamaha che è stato più lento di 0”183. La sorpresa maggiore però è il nostro Alex Bassani, grandissimo nel portare in prima fila la Ducati privata del team Motocorsa Racing
  • SuperBike
    16 Ottobre 2021
    Toprak Razgatlioglu ha dominato anche le FP3, il terzo turno di prove libere. In pista il vantaggio dell’uomo di punta della Yamaha è notevole, difficilmente riuscirà a guadagnare quei 38 punti su Jonathan Rea che gli permetterebbero di laurearsi campione con un round di anticipo ma per il momento sta spadroneggiando
  • SuperBike
    16 Ottobre 2021
    Sulle cause della caduta Rea non ha le idee chiarissime, quello che è certo è che a tradirlo è stato l’anteriore. Proprio il punto debole della Kawasaki. La moto ha subito danni rilevanti e così il campione del mondo ha perso l’intera sessione