SPORT

SBK 2019, test Jerez, Rea: “Chiudo il 2019 nel migliore dei modi”

SBK news – Nel 2020 sarà Jonathan Rea l’uomo da battere, colui che ha chiuso in vetta gli ultimi test stagionali. Il nord-irlandese ha raccontato il lavoro svolto nel box, su cosa si è particolarmente concentrato con il team e le sue sensazioni alla guida della “verdona”

SBK 2019, test Jerez, Rea: “Chiudo il 2019 nel migliore dei modi”
#1
Grazie ad una gomma di qualifica Jonathan Rea ha chiuso (anche) il secondo giorno in prima posizione, ma nonostante quest oil nord-irlandese ha svolto un lavoro positive all’interno del box. Il campione del mondo in carica ha firmato il miglior tempo in 1’38.397 ma ha anche lavorato sulla messa a punto della moto e ha provato alcune gomme nuove. Il 32enne ha infatti raccontato: “Nel complesso è andato abbastanza bene. Ho avuto una buona motivazione per questo test. Normalmente alla fine di una stagione intensa è facile perdersi, ma ci siamo concentrati sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Abbiamo fatto molto lavoro paragonando cose vecchie e nuove, dato che abbiamo avuto idee da provare durante l'anno. La cosa più importante riguardava la mia posizione di guida sulla moto e abituarmi alla leva del freno posteriore sul manubrio, oltre a lavorare sul freno motore. Oltre a questo Pirelli ha portato alcune gomme diverse da provare. Alla fine abbiamo potuto fare un giro secco, con una gomma da qualifica, e questo ci ha permesso di finire davanti a tutti. Alla fine è stato difficile farlo, perché un paio d'ore prima della fine della sessione c'era olio in tutta la prima curva. La pista è stata un po’ compromessa, ma sento ancora che abbiamo fatto davvero un buon lavoro in questo test, sia con il nostro ritmo serrato ma anche consistente. Siamo dove dovremmo essere e sono davvero felice di chiudere così un incredibile 2019”. Ora lo attendono due mesi di vacanze, prima di tornare in pista a fine gennaio per il primo test del 2020, dove Kawasaki non gli farà mancare alcune novità.


NOTIZIE SPORT CORRELATE