SPORT

SBK 2019, Bautista polemizza con Ducati: “Nessun aggiornamento da inizio stagione”

SBK news – Dopo aver vissuto un periodo piuttosto difficile Alvaro Bautista è tornato alla vittoria ieri sul circuito di Portimao e nel dopo gara lo spagnolo ha parlato della sfida Ducati, ha sfatato il mito che la Panigale V4 R sia una moto facile da guidare e ha detto qualcosa in più sul suo futuro, che sarà in Superbike

SBK 2019, Bautista polemizza con Ducati: “Nessun aggiornamento da inizio stagione”
"Ducati? Non è come sembra"
La stagione 2019 della Superbike ha avuto in Alvaro Bautista il grande protagonista nella prima parte, salvo poi incontrare problemi, commettere qualche errore e tornare alla vittoria solo in Gara2 a Portimao. Lo spagnolo paga ora 91 punti di distacco dal leader Jonathan Rea e anche se mancano tre round alla fine del campionato, che ci possa essere un’inversione di rotta è praticamente impossibile. Inoltre dal prossimo anno le strade di Bautista e Ducati prenderanno due direzioni diverse: se al posto dello spagnolo arriverà Scott Redding, Bautista non ha ancora reso nota la sua prossima destinazione.
Al termine della gara, ieri, Bautista ancora dolorante alla spalla destra, ha rilasciato alcune dichiarazioni e ha raccontato: “Qui ho vinto con la stessa, identica, Ducati che ho guidato in Australia. Sia io sia Chaz (Davies, il suo compagno di squadra, ndr) stiamo chiedendo alla fabbrica le stesse cose dai test invernali. Le nostre richieste si concretizzano nell’avere una maggiore stabilità, ma ad oggi non sono ancora arrivate evoluzioni per poter dare la svolta. Sappiamo quindi quale sia il problema, lo sanno tutti, ma non è ancora stato risolto”. Poi Bautista ha continuato dicendo: “La gente vede le gare dalla TV e pensa che guidi una moto super veloce, ma le cose non sono proprio così. Il circuito di Portimao ha un solo rettilineo e quindici curve. In quel caso bisogna guidare e la Ducati nel misto non va ancora così veloce come sembra. Si muove molto e neanche la trazione è perfetta. Nelle parti miste del tracciato era veramente difficile tenere testa agli altri”. Come mai non sono arrivati aggiornamenti da Ducati? Alvaro non sa rispondere: “Non lo so. Quando vinci, va tutto bene. Però abbiamo vinto su piste veloci, a noi favorevoli, e su quelle meno adatte e più guidate non siamo stati imbattibili. Ducati sa bene quale sia il problema, ma non ci hanno fornito la soluzione. Si continuano a fare tentativi, ma se guadagniamo da un lato, perdiamo dall’altro”. Il futuro di Bautista non è ancora certo al 100%, ma lui assicura: “Saprete tutto dopo il GP di Aragon di MotoGP”. Guardando quali selle sono rimaste libere finora, la scelta non è molta e tutto fa presagire che Bautista sarà il nuovo pilota Honda SBK del 2020.


NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • SuperBike
    22 Febbraio 2020
    SBK news – Come ogni anno il campionato mondiale delle derivate di serie scatterà dal circuito di Phillip Island, in Australia, un continente duramente colpito dagli incendi scoppiati sul suo territorio negli ultimi mesi. Per questo la Superbike ha dato vita a un’asta benefica per sostenere le popolazioni colpite
  • SuperBike
    21 Febbraio 2020
    SBK news – A una settimana dall’inizio del campionato Superbike viene svelato il nuovo team Honda, che torna in forma ufficiale nelle derivate di serie per vincere. A vestire i colori della casa alata saranno il promettente Alvaro Bautista e l’inglese Leon Haslam, che nei test di settimana prossima si misureranno con gli avversari
  • MotoGP
    12 Febbraio 2020
    MotoGP news – Con Marc Marquez molto debilitato a causa di alcuni problemi fisici rimediati la scorsa stagione, lo sviluppo della Honda RC213V 2020 sta arrancando e a dare il suo parere è stato l’altro pilota che più ha esperienza con questa moto: Cal Crutchlow. L’inglese ne ha analizzato i punti forti e i punti deboli dopo la tre giorni di test a Sepang