SPORT

MXGP 2019 Cina, cronaca in diretta web GP Shanghai

Mondiale motocross - Eccoci al termine della stagione, dopo diciassette GP disputati siamo in Cina, a Shanghai, per le ultime due gare di questo 2019. Coldenhoff parte dalla pole per conquistare il terzo posto in campionato scalzando un opaco Paulin. Due manches da vivere in diretta con noi

MXGP 2019 Cina, cronaca in diretta web GP Shanghai
Dalla Cina per l'ultimo atto
Il mondiale è iniziato il 3 marzo 2019 in Argentina, oggi siamo all'epilogo per con l'atteso GP della Cina a Shanghai dove si corre per la prima volta. 
La pista è caratterizzata da un terreno morbido, mentre i titoli iridati sono già stati assegnati: la MXGP a Gajser e la MX2 a Prado. Oggi scopriremo a chi salirà gli altri gradini del podio in particolare è grande battaglia per la medaglia di bronzo: con un Coldenhoff in grande spolvero che sta mettendo pressione su Paulin, autore di una gara di qualifica opaca. L'olandese del Team KTM Standing Construct invece ieri ha vinto ieri la qualifica ed è pronto a dare il 100% e scegliere, per primo, il cancelletto da cui partire per il gran finale di stagione, . 
Un gp da non perdere quindi,.
 
Seguitelo in diretta web qui con noi alle 7.00 e alle 10.00 per gara 1 e 2 MXGP!
Restate con noi!
 

 



NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • Off-Road
    30 Giugno 2020
    Ad aprile e maggio si dovevano disputare quattro gare di qualificazione, ora FIM Europe e il promoter One Sport hanno annunciato che ci saranno cinque finali al posto delle quattro previste, tutte in Polonia e tutte concentrate nel solo mese di luglio. Ecco il calendario completo
  • Off-Road
    25 Maggio 2020
    Il capitano della nazionale di speedway della Germania ha riportato una frattura scomposta all’anca sinistra e varie fratture pelviche. Prematuro ipotizzare i tempi di recupero per il tedesco, ma dalle prime indiscrezioni la stagione 2020 potrebbe essere compromessa. 
  • Off-Road
    18 Marzo 2020
    La stagione dello speedway su ghiaccio è stata pesantemente condizionata dalle alte temperature dei primi mesi dell’anno e ovviamente dall’epidemia di Coronavirus. Con tre prove disputate, sulle cinque calendarizzate, la FIM ha comunque deciso di assegnare il titolo che è andato per il secondo anno consecutivo al russo Daniil Ivanov