SPORT

Marc Coma: addio alla Dakar, non è più il direttore sportivo

Marc Coma, dopo l'addio alla Dakar da pilota, ha deciso di lasciare anche il ruolo di direttore sportivo. Ad annunciarlo un comunicato dell'organizzazione, che lo ha ringraziato per l'impegno profuso in questi ultimi tre anni

Marc Coma: addio alla Dakar, non è più il direttore sportivo
Progetti personali
Dopo cinque Dakar vinte e tre edizioni disputate come direttore sportivo, Marc Coma ha detto definitivamente addio al rally più famoso del mondo. L'addio a sorpresa è arrivato con un comunicato ufficiale di ASO (Amaury Sport Organisation) organizzatrice della Dakar, che ha annunciato il mancato rinnovo del contratto con lo spagnolo. La nota riporta prima il saluto di Coma: “Dopo aver corso la Dakar ed aver vinto cinque volte, ho avuto la possibilità di scoprire in prima persona l’incredibile macchina organizzativa di questo straordinario evento. In questi tre anni in cui ho lavorato a stretto contatto con dei grandi specialisti, interamente dedicati al loro compito, ho appreso molto dalla loro professionalità e dalla dedizione di tutte le persone impegnate in questo rally unico al mondo. Mi auguro che la Dakar continui ancora a lungo ad affascinare e far sognare”. Ad appena tre settimane dalla fine della 40esima edizione, arriva così la notizia di questo clamoroso abbandono, ufficialmente dovuto alla necessità di Coma di dedicarsi a nuovi progetti personali, di cui non è stata specificata la natura. Il comunicato poi continua così: “ASO desidera ringraziare calorosamente Marc per i tre anni trascorsi insieme. Marc Coma ha messo tutte le sue energie e competenze di grande campione al servizio della Dakar, lavorando con tutti i membri dell'organizzazione che si sono arricchiti della sua esperienza. Amaury Sport Organization gli augura pari successo nei suoi nuovi progetti”. Scopriremo prossimamente quali saranno i nuovi impegni di Coma.
NOTIZIE SPORT CORRELATE
  • SuperBike
    19 Febbraio 2018
    SBK news – Sulla pista di Phillip Island, dove questo fine settimana scatterà il campionato mondiale delle derivate di serie, è stato disputato il primo giorno di test e Marco Melandri ha ottenuto il miglior tempo davanti alla coppia Kawasaki, Tom Sykes e Jonathan Rea, entrambi incappati in una caduta. Quarto un ottimo Leon Camier con Honda, seguito dalla Yamaha di Michael van der Mark. Settimo Laverty con Aprilia
  • MotoGP
    18 Febbraio 2018
    MotoGP news – Il Dottore ha completato il test in Tailandia firmando solo il decimo tempo con la sua Yamaha M1 e ha raccontato quali sono state le sue sensazioni in questo secondo test della stagione. Valentino Rossi ha ammesso di aver fatto un errore nel suo giro veloce e spera che nel complesso la situazione migliori nel terzo test del 2018, in Qatar
  • MotoGP
    18 Febbraio 2018
    MotoGP news – Se Lorenzo ha avuto tre giorni difficili in Tailandia, non è stato così per Andrea Dovizioso che ha concluso con un buon settimo tempo dopo aver memorizzato il tracciato e provato il materiale nuovo portato dalla casa di Borgo Panigale. Il “Dovi” è soddisfatto del lavoro fatto e pensa già al test che lo attende in Qatar