NOVITA' MOTOCICLISMO

Victory RR 2016: una moto aggiornata e più potente per il Tourist Trophy

Il 3 giugno la nuova Victory RR esordirà al Tourist Trophy, nelle prove libere della categoria TT Zero riservata alle moto elettriche. La casa americana presenta una moto completamente rivista. Non resta che vedere cosa riuscirà a fare William Dunlop in gara

Victory RR 2016: una moto aggiornata e più potente per il Tourist Trophy
Victory ha rivoluzionato la Empulse
Nella scorsa edizione del Tourist Trophy, la Victory, portata in gara da Guy Martin, non aveva brillato nella categoria TT Zero, quella dedicata alle moto elettriche. Il distacco dalle due Mugen vincitrici nel 2015 era stato di circa un minuto e mezzo, con una velocità massima inferiore di quasi 15 km/h. Quest'anno, però, la casa americana porterà sull'Isola di Man una moto molto diversa: la Victory RR. Il motore trifase Parker GVM è stato migliorato e adesso eroga 174 cavalli con una coppia di 240 Nm, un concreto passo in avanti, considerando i 150 cavalli e i 220 Nm di coppia della vecchia Victory Empulse RR. Oltre al propulsore, anche l'aerodinamica e il telaio sono stati rivisti, con un nuovo design e un telaio a traliccio in acciaio. Le batterie agli ioni di litio, prodotte da Brammo, hanno anche una maggiore capacità, ma condizionano il peso della moto, che raggiunge i 240 kg, ancora una punto debole per la Victory RR. Il pilota scelto per migliorare i tempi della Victory al Tourist Trophy è William Dunlop. La nuova elettrica americana, che monterà pneumatici Metzeler, esordirà al TT Zero il 3 giugno con le prove libere, per poi gareggiare l'8 giugno.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    15 Giugno 2020
    La moglie di Mike "The Bike" aveva da poco compiuto 80 anni, il doppio dell'età che aveva il nove volte campione del mondo quando morì in un tragico incidente insieme alla figlia Michelle. Sopravvisse solo David, che oggi ha 45 anni e un figlio che si chiama come il nonno
  • News
    28 Maggio 2020
    Dal 6 al 13 giugno gli appassionati potranno seguire sulle piattaforme social una serie di incontri con i grandi campioni, documentari dedicati e gare che hanno fatto la storia. Parteciperanno i più grandi di sempre: Carl Fogarty, Peter Hickman, Phillip McCallen, Rob McElnea
  • News
    03 Maggio 2020
    Come comunicano i pioti? Alla fine è sempre il vecchio linguaggio del corpo ad avere il sopravvento nonostante le tante diavolerie elettroniche della MotoGP. Lo dimostra questo bel video di Alpinestars che riprende Marquez, Pedrosa, Dovizioso, Crutchlow, Lorenzo, Baz, Laverty e Stoner che spiegano ai tecnici le proprie sensazioni in sella alle loro moto