NOVITA' MOTOCICLISMO

Un sidecar elettrico firmato Ural

Il produttore russo ha presentato al Progressive Motorcycle Show di Long Beach il prototipo di una versione elettrica del suo celebre sidecar. Realizzato sfruttando come base la ciclistica della versione a benzina, l'Electric è stato sviluppato in collaborazione con Zero Motorcycles che ha fornito motore e batterie

Un sidecar elettrico firmato Ural
Non arriva prima del 2021
C’era una volta una fabbrica di moto dell’allora Unione Sovietica divenuta celebre durante la Seconda Guerra Mondiale per le qualità del suo sidecar M-72. I tempi cambiano e ora la IMZ Ural, più nota semplicemente come Ural si appresta ad avere un cuore elettrico. Al recente Progressive Motorcycle Show di Long Beach la Ural Motorcycles ha esposto un prototipo green, chiamato semplicemente Electric, che potrebbe avere una vita commerciale nei prossimi anni. Il futuro modello riprende nell’estetica i celebri sidecar del passato ed è realizzato sull’esistente telaio cT a trazione integrale. Per la parte elettrica i responsabili del marchio sono andati sul sicuro: batterie, motore, controller e altre componenti del sistema arrivano direttamente dalla Zero Motorcycles che ha collaborato attivamente allo sviluppo e al collaudo del modello. Le caratteristiche tecniche non sono definitive e rimangono, per lo più, sconosciute. Gli unici dati comunicati riguardano il peso di 373 kg e la capacità delle batterie, di 13 kWh incrementabile a 19,5 kWh con un pacchetto supplementare. L’autonomia dichiarata è intorno ai 165 km, ma non è specificato con quali dei due valori degli accumulatori si ottiene. Altre informazioni rilasciate sono più generiche e specificano che il baricentro basso e la distribuzione ottimale del peso garantisce un’elevata stabilità, nonché che la Electric è versatile, comoda e divertente. In ogni caso, l’obiettivo, al momento, è verificare se esiste interesse da parte del pubblico e valutare se è possibile creare una piccola nicchia di mercato per i sidecar elettrici. Quesiti al quale la dirigenza di Ural Motorcycles intende rispondere nei prossimi mesi. Presa la decisione saranno comunque necessari altri 24 mesi per passare alla produzione di serie facendo prevedere, nel migliore dei casi, un debutto dell'Electric nel 2021.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    15 Dicembre 2020
    Ural ha aggiornato i suoi motori proponendo il nuovo Ranger omologato Euro 5. Si tratta del primo modello della famiglia di sidecar ad aggiornarsi alla nuova normativa, a dimostrazione che pur trattandosi di un mezzo "antico" ha ancora tanti estimatori
  • Moto
    26 Ottobre 2018
    La casa russa ha ufficialmente fatto il suo ingresso nel 21° secolo, svelando il nuovo sidecar Air LE che nella dotazione di serie sfoggia anche un drone. Ma chi ha voglia di metterselo in garage deve fare in fretta: sono solo 40 gli esemplari a disposizione
  • Moto
    26 Novembre 2015
    A poche settimane dall’uscita del nuovo episodio di Star Wars, la casa russa annuncia una nuova versione dei suoi sidecar ispirata ai personaggi della saga di Lucas: il Dark Force ha la verniciatura all black, i fari a LED e una spada laser come optional…