NOVITA' MOTOCICLISMO

Honda: moto a idrogeno nel futuro?

La casa giapponese ha depositato dei brevetti per una naked alimentata a idrogeno. Si tratta dell’ultimo frutto di un progetto decennale che potrebbe anche passare alla fase industriale: in Giappone le infrastrutture di rifornimento per l'H2 esistono e saranno presto potenziate

Honda: moto a idrogeno nel futuro?
Alleanza con Toyota e Nissan per l’H2
Di una moto a idrogeno se ne parla da tempo, ma ora l’idea appare più concreta. A renderla tale sono l’accordo per lo sviluppo della tecnologia a celle a combustibile siglato da Toyota, Nissan e Honda e, soprattutto, il deposito da parte di Honda di alcuni brevetti per una motocicletta fuel cell. Un progetto, per la verità, intrapreso dai responsabili del costruttore di Tokyo ormai da un decennio, ma che ormai sembra avvicinarsi a una possibile concretizzazione. Le immagini dei bozzetti evidenziano un modello in stile streetfighter con telaio perimetrale, trasmissione a cardano e monoammortizzatore posteriore. Sotto la sella si trova la cella a combustibile che converte l’idrogeno in elettricità necessaria per tenere in carica le batterie che alimentano il motore elettrico. Una soluzione pensata per prolungare l’autonomia rispetto a modelli elettrici e, soprattutto, per ridurre sensibilmente i tempi di ricarica: pochi minuti contro le ore necessarie per i modelli con la “scossa”. Per contro, rimane un dilemma la disponibilità di un’infrastruttura di rifornimento adeguata per consentire viaggi senza patemi. Al momento le stazioni a idrogeno sono una rarità in Italia e in Europa, seppur esistano progetti per la realizzazione di una rete continentale con costi e data, però, da definirsi. Più sviluppata la rete giapponese dove esistono già 90 stazioni e si prevede il loro raddoppio in tempi non troppo lunghi. Altro pregio della soluzione H2 riguarda le emissioni allo scarico da dove esce solo vapore acqueo. Permane il problema della produzione dell’idrogeno, che può avvenire in diverse modalità con la più sostenibile per l’ambiente rappresentata dalla tecnologia a elettrolisi (trasforma l’H2O, ossia l’acqua, in H2) con energia proveniente da fonti rinnovabili. Una modalità che rende a emissioni zero (o quasi) l’intero ciclo della fonte alle ruote.
NOTIZIE CORRELATE
  • News
    17 Giugno 2019
    Marc approfitta della carambola innescata da Jorge e scappa a +37 nel mondiale. Il maiorchino fa un enorme regalo al compagno di squadra, proprio nel momento di maggiore tensione tra i due. Il campionato si consola con la prestazione incredibile di Quartararo: il rookie francese sfodera la seconda pole e il primo podio in MotoGP al termine di una gara che ha resuscitato anche la Yamaha
  • News
    16 Giugno 2019
    MotoGP news – Autore di un’ottima partenza sul circuito del Montmelò, Jorge Lorenzo per la prima volta in questo 2019 è stato nelle posizioni di testa, ma poi ha innescato una clamorosa carambola che ha coinvolto gli incolpevoli Valentino Rossi, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso
  • News
    11 Giugno 2019
    Progettato più per infrangere record, il potentissimo Mean Mower V2 ha conquistato un altro primato questa volta nella categoria accelerazione. Il potentissimo tosaerba, equipaggiato con il motore della CBR 1000 RR, ha raggiunto i 160 km/h in soli 6, 2 secondi!