NOVITA' MOTOCICLISMO

Triumph Tiger Sport 660, prezzo e scheda tecnica

Della Triumph Tiger Sport 660 si è parlato e visto tantissimo. Dopo anticipazioni, indiscrezioni, foto spia camuffate e non, arriva l’annuncio ufficiale: sarà disponibile da febbraio 2022, costerà 8995 euro franco concessionario e avrà costi di gestione contenuti grazie al fatto che gli intervalli di manutenzione saranno di 16.000 km o in alternativa ogni 12 mesi

Triumph Tiger Sport 660, prezzo e scheda tecnica
Eccola, finalmente
La Casa di Hinkley voleva un prodotto alla portata di tutti e con una personalità spiccata. Ha avuto buon gioco con il suo motore tre cilindri di 660 cm³: con i suoi 81 cavalli a 10.250 giri/minuto e i suoi 64 Nm di coppia a 6250 giri/minuto la rende la moto più brillante del suo segmento, oltre che l’unica triple. Ma aldilà delle prestazioni e del prezzo estremamente interessante, il punto di forza è l’estrema accessibilità: leggera, con una guida che viene promessa tale da ispirare immediatamente confidenza e una sella a soli 835 mm da terra per semplificare le manovre.
Il nome – Tiger – richiama le scrambler del marchio britannico ma la Tiger sport 660 è piuttosto una dual sport a vocazione stradale, versatile e adatta sia al commuting urbano, sia ai viaggi sulle lunghe distanze. Una moto per tutte le stagioni e tutti gli utenti, senza eccessivi fronzoli ma con tutto quello che serve: davanti una forcella Showa a steli rovesciati di 41 mm di diametro con 150 mm di escursione, e due dischi freno Nissin di 310 mm di diametro; dietro un ammortizzatore pure Showa regolabile nel precarico, e poi bei cerchi di 17” a cinque razze volventi con pneumatici Michelin Road 5.

Come è fatta e quanto costa la Tiger Sport
L’elettronica è quella che serve. Vi si accede tramite il dashboard multifunzione con schermo a colori TFT, e sono possibili la navigazione a frecce, il controllo dell’action cam GoPro, l’ascolto della musica e l’impiego dello smartphone.
Due le modalità di guida, che modificano la risposta al comando del gas e il livello di intervento del controllo di trazione, volendo anche disattivabile; la frizione è dotata di antisaltellamento ed ha un comando particolarmente leggero.
Triumph definisce la linea – non a torto – dinamica e sportiva, sicuramente è gradevole e accattivante. Le dà personalità il contrasto fra la parte anteriore muscolosa e la posteriore minimale che facilita l’inserimento delle valigie laterali, disponibili come optional. Perché la Tiger Sport strizza l’occhio anche ai lunghi viaggi con il suo serbatoio da ben 17 litri e il suo parabrezza regolabile in altezza anche durante la guida.
Viene proposta in tre colorazioni: Lucerne Blue/Sapphire Black, Korosi Red/Graphite con grafiche sportive, o Graphite/Black. La Tiger Sport sarà disponibile da febbraio 2022, costerà 8995 euro franco concessionario e avrà costi di gestione contenuti grazie al fatto che gli intervalli di manutenzione saranno di 16.000 km o in alternativa ogni 12 mesi

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    02 Dicembre 2021
    Triumph festeggia oggi un milione di modelli prodotti. Un traguardo importante celebrato con un modello unico e speciale realizzato su base della già validaTiger 900 Rally Pro. A presentarla è stato lo stesso Nick Bloor che, oltre a ricordare il passato di Triumph, ha accennato qualcosa anche in merito al prossimo futuro
  • News
    27 Novembre 2021
    Al salone di Milano la casa inglese si è presentata con un bel pacchetto di novità, apprezzatissima la Tiger 660 sport, ma anche la Tiger 1200 di cui però da Hinckley non hanno voluto rivelare nulla. Si poteva solo guardare, ma qualcosa abbiamo capito comunque
  • Moto
    23 Novembre 2021
    Della sua nuova maxi crossover Triumph non ha svelato alcun dato tecnico, quello che possiamo dirvi delle sue caratteristiche lo abbiamo dedotto guardandola da vicino allo stand. Tutto nuovo il telaio a traliccio, attorno al quale nascono due versioni di Tiger 1200: una con ruota anteriore da 21” e una più stradale con ruota da 19”, mentre il motore tre cilindri avrà una ricca dotazione di elettronica. Ne sapremo di più nelle prossime settimane