NOVITA' MOTOCICLISMO

Triumph, la Scrambler XE correrà alla Mexican 1000 con Ernie Vigil

La nuova Scrambler XE di Triumph è pronta a partecipare all’edizione 2019 della Mexican 1000, competizione off-road tra le più toste al mondo. A portarla tra le rocce del deserto messicano ci penserà Ernie Vigil, tornato in perfetta forma dopo l’infortunio dello scorso novembre

Triumph, la Scrambler XE correrà alla Mexican 1000 con Ernie Vigil
Mexican 1000
Recentemente accolta nel listino ti Triumph, la nuova Scrambler 1200 XE correrà nella prossima Mexican 1000. Nata nel lontano 1967, questa gara attraversa per oltre 1000 miglia il deserto roccioso del Messico: il cambia percorso cambia di volta in volta e, quest’anno, si partirà da Ensanada. Dopo la rinuncia della Baja 1000 a causa di un brutto infortunio, Ernie Vigil è ora nuovamente pronto a “battezzare” la potente scrambler inglese: “Dopo 9 mesi di allenamento, l'infortunio e oltre 6.000 miglia vissuti in sella alla moto in fuoristrada - ha spiegato Vigil - sono davvero eccitato perché finalmente sono arrivato alla fase finale della preparazione per una delle gare off-road più impegnative che si possano correre. Non vedo l'ora di arrivare sulla linea di partenza e far scattare la Scrambler! La moto ha funzionato incredibilmente bene e ho una voglia matta di partire”. Stunt man di fama internazionale, Vigil ha già preso parte alla Mexican in sella ad una tiger 800, dimostrando di avere tutte le carte in regola per affrontare con successo anche questa nuova edizione. “Tutti noi di Triumph - ha dichiarato Paul Stroud, Chief Commercial Officer di Triumph - facciamo il tifo per Ernie, il suo impegno per tornare in forma dopo l’infortunio è stato ammirevole e non vediamo l'ora di vedere la Scrambler 1200 in azione nei luoghi che sono stati così fondamentali nella storia del nostro marchio. Questa gara è stata la scintilla che ha dato il via a tutta la nostra serie Scrambler
Così come il pilota, anche la Scrambler promette ottime prestazioni: spinta dal potente bicilindrico frontemarcia High Power di 1200 cm3 con raffreddamento a liquido rivisto e corretto per adattarlo all'uso in fuoristrada, l’off-road inglese vanta una potenza di ben 90 CV a 7.400 giri e un picco di coppia massima di 110 Nm a 3.950 giri. Ricchissima anche la dotazione elettronica, con ben 5 riding mode e - solo per la XE - anche  un un sistema di piattaforma inerziale sviluppato in partnership con Continental, che ha permesso di montare ABS e controllo di trazione di tipo “cornering”. Qui il nostro primo contatto. 
NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    19 Maggio 2019
    Seguendo una strada ormai “obbligata”, anche Triumph si lancia nella mobilità a zero emissioni. La Casa di Hinckley sarà a capo di un progetto avviato insieme a tre aziende specializzate nella ricerca e nello sviluppo di una nuova famiglia di moto elettriche
  • News
    13 Maggio 2019
    Si è spento ieri all'età di 72 anni Gene Romero, pilota americano di origini messicane vincitore del Gran Campionato Nazionale A.M.A. nel 1970 della mitica Daytona 200 nel 1975. Romero, inserito nella Hall of Fame nel 98 fu uno dei primi piloti ad attirare sponsorizzazioni
  • Spy
    13 Maggio 2019
    Dopo aver ammirato la versione speciale TFC, ecco uno scotto rubato di quella che sembra essere a tutti gli effetti la nuova Triumph Rocket III. Pizzicata in Croazia durante un test, la maxi inglese potrebbe essere declinata in due versioni, GT e una più sportiveggiante. Presentazione ufficiale il prossimo EICMA?