NOVITA' MOTOCICLISMO

Triumph Adventure Experience, il corso per imparare l'offroad

Il nostro Manuel Lucchese è volato fino in Galles per provare in anteprima il nuovo Triumph Adventure Experience, una struttura creata direttamente dalla casa inglese per permettere a chiunque di imparare o migliorare la guida offroad in sella alle Tiger 800, Tiger 1200 e Street Scrambler. Ecco le sue impressioni

Triumph Adventure Experience, il corso per imparare l'offroad
Per provare e... imparare
Il Triumph Adventure Experience sarà ufficialmente lanciato a Maggio 2018 in Galles ma la casa di Hinkley intende espandere questo format in quante più nazioni possibile, ovviamente in collaborazione con i vari distributori. Per i corsi saranno selezionati solo esclusivamente ex-piloti offroad di alto livello in modo da garantire un elevatissimo standard qualitativo.
La nostra avventura ci ha visti partecipare al corso nella formula di due giorni in sella alla Tiger 800 e alla Street Scrambler. Ovviamente a fare da cornice agli spettacolari paesaggi inglesi anche una buona dose di pioggia e fango che ci ha permesso di scoprire le vere potenzialità di queste Triumph. A capitanarci nel primo giorno l’ex Dakariano e direttore dell’academy, Nick Plumb, il quale ci ha fatto inizialmente scoprire i verdi paesaggi della campagna gallese per poi portarci all’interno della cava dove è iniziato il training offroad a tutti gli effetti. Qui si valutano prima le capacità degli allievi che vengono così suddivisi in gruppi e "spediti" in percorsi di difficoltà varia, affinché tutti possano affrontarli e divertirsi a seconda delle abilità. Si tratta di un percorso davvero vario, da sentieri single track nel bosco a sterrati veloci ma molto scivolosi, fino a delle salite quasi impossibili con pendenze davvero ripide hanno fatto sì che anche quelli di noi con maggiore esperienza, potessero faticare ed imparare molto su come si guida una moto adventure. 



Prima la Tiger
Quante volte chi compra una maxicrossover finisce con l’usarla molto poco in fuoristrada per il timore di fare danni e per l’assenza di corsi ben strutturati ad hoc per il singolo motociclista. Scoprire le potenzialità della Tiger 800 ci ha aperto un nuovo mondo perché mai avremmo pensato che questa moto fosse così performante ma soprattutto resistente nel fuoristrada. Nick poi ha iniziato a spiegarci come riuscire a fare e controllare derapate sul fango stando in piedi sulle pedane. Proprio come nell’enduro qui il segreto e sviluppare la giusta confidenza guidando il più possibile in piedi soprattutto nei pezzi di single track con canali nel bosco. Inizialmente tendevamo a sederci perché il peso importante della Tiger 800 spaventa un po' ma fidandoci dei consigli dati da Nick siamo riusciti a migliorare non solo la nostra guida in queste situazioni tecniche ma siamo anche riusciti a sviluppare una maggior confidenza e sensibilità con il mezzo.

E poi la Scrambler
Il pomeriggio invece siamo saltati in sella alla Street Scrambler e ci siamo subito trovati a nostro agio, questa moto rende la guida in fuoristrada davvero molto facile ed intuitiva. Anche un neofita può salire in sella alla Street Scrambler ed iniziare a muovere i primi passi in fuoristrada senza correre rischi grazie al baricentro basso che rende la moto molto maneggevole ed agile. Se bene la Street Scrambler abbia delle sospensioni con un’escursione limitata, non teme ne fango ne salite ripidissime sulle quali siamo sempre riusciti a salire. 
Il secondo giorno siamo stati affidati a Matthew, un istruttore con un passato da professionista nell’enduro internazionale. Matthew ci ha portato in giro per la cava alla ricerca di salite impossibili dove metterci alla prova ed abbiamo passato la mattinata a portare al limite le Tiger 800. Nonostante siamo finiti con l’appoggiare a terra la moto diverse volte dobbiamo dire che la Tiger 800 si è dimostrata davvero ben costruita e particolarmente resistente visto che non siamo riusciti a rompere neanche le plastiche della moto nelle varie scivolate.



Conclusione
La nostra esperienza al Triumph Adventure Experience si conclude con un giudizio a pieni voti, la casa inglese è riuscita a creare una struttura davvero di altissimo livello in grado di soddisfare motociclisti di tutti i tipi ed in grado di migliorare notevolmente le capacità di guida in fuoristrada di ognuno. Grazie ad un’equipe di personale esperto e cordiale combinato ai tanti servizi offerti sarà possibile per chiunque prendere un’aereo con solo il casco e un trolley, arrivare in Inghilterra e trovare tutto il necessario per vivere un’esperienza indimenticabile. Questa è anche la perfetta occasione per chiunque magari sia indeciso se acquistare una Tiger 800, Tiger 1200 o Street Scrambler di venire a provarle e scoprirne il vero potenziale. Se volete diventare dei veri Adventure Riders il Triumph Adventure Experience è il posto dove andare con dei costi davvero contenuti considerando che vengono fornite le moto e si è affidati ad Ex piloti professionisti. In futuro Triumph intende estendere questi Training Camps in quanto più nazioni possibili in giro per il mondo così da offrire un servizio anche a chi semplicemente vuole andare in moto quando visita una nuova nazione e scoprire l’offroad locale.
I corsi disponibili e relativi prezzi:
- Introduzione all’Adventure Riding   1 giorno   299 sterline
- Allenamento di Aggiornamento   1 giorno   299 sterline
- Allenamento Femminile    1 giorno   299 sterline
- Corso Livello 1     2 giorni   499 sterline
- Corso Livello 2     2 giorni   499 sterline
- Corso Livello 3     2 giorni   499 sterline



 
loading.......
NOTIZIE CORRELATE
  • Fuoriserie
    18 Agosto 2018
    Una hot rod da record realizzata a partire da un serbatoio esterno usato dagli aerei da guerra, una Triumph, un cane e il deserto californiano. Questi gli ingredienti di Estremity, un video realizzato da Deus che celebra la libertà
  • Moto
    16 Agosto 2018
    Dopo diverse foto rubate, Triumph ha finalmente ufficializzato la presentazione della nuova Scrambler 1200. Dall’unico frame disponibile sembra proprio che il “piatto forte” della tassellata inglese siano le capacità in offroad…
  • News
    16 Agosto 2018
    In scena per il 6° anno consecutivo, l’edizione 2018 de The Distinguished Gentleman’s Ride ha un obiettivo importante da raggiungere: coinvolgere oltre 70.000 motociclisti in 95 Paesi e aggiungere altri 6 milioni di dollari donati per la ricerca. L’Italia, che tra tutte le nazioni s’è dimostrata essere una delle più coinvolte, sarà un validissimo aiuto