NOVITA' MOTOCICLISMO

Transitalia Marathon 2018, il road book sarà molto duro

Lo staff della manifestazione guidato da Mirco Urbinati ha effettuato il primo controllo “nota-nota” di tutto il Road Book dell'edizione 2018. Una cosa è certa, dicono gli organizzatori: il TM 2018 sarà complicato, e soprattutto per le gomme tassellate

Transitalia Marathon 2018, il road book sarà molto duro
Fuoristrada duro
La quarta edizione del Transitalia Marathon 2018, rally che rientra nel calendario Adventouring, è in programma dal 25 al 29 settembre, e gli organizzatori hanno effettuato una prima ricognizione dell’intero percorso. Opinione comune: non sarà certo una passeggiata. La prima tappa, da Rimini a Passignano sul Trasimeno misurerà 268 km; la seconda da Passignano a Cascia 260 km e la terza ben 310 km, fino a Pescara e al traguardo finale del 2018; in tutto sono dunque 838 km. E mai prima d'ora una tappa aveva superato i 300 km: le ore da passare in sella non saranno poche. Insomma, saranno tre giorni veramente intensi e faticosi, specie per chi affronterà i tratti in off-road. La prima tappa arriverà sul Lago Trasimeno con un percorso scorrevole ma con tratti di off-road molto lunghi che potrebbero già sin da subito stancare i meno esperti. Si incontreranno alcuni passaggi più tecnici senza possibilità di evitarli; in quota si attraverseranno Marche e Umbria e proprio a ridosso del fine tappa ci sarà il tratto più impegnativo, stretto nel bosco con fondo di pietra. Con la seconda tappa si entra nel cuore dell’evento: dopo i primi 100 km si sale in quota lungo la catena appenninica: punto cruciale della tappa un riordino a Nocera Umbra coordinato dall'omonimo Moto Club. Per la terza tappa partenza all’alba per un viaggio che attraversa due regioni fino al Mar Adriatico: percorso tecnico e molto navigato con un road book che sfiora le 300 note; sarà un saliscendi continuo fra altitudine e vallate tra Lazio e Abruzzo con tratti di strada piuttosto pietrosa e impervia.