NOVITA' MOTOCICLISMO

Tourist Trophy 2019, una entry list da sogno per il Senior Classic

Dal 17 agosto tutti in pista per l'evento riservato alle storiche: John McGuinness su Paton sarà l'uomo da battere, ma non mancheranno gli avversari di livello. Dean Harrison, Michael Dunlop e Michael Rutter accenderanno la sfida

Tourist Trophy 2019, una entry list da sogno per il Senior Classic
Se il Tourist Trophy arriva in anticipo sull'estate e regala una settimana di gare mozzafiato all'Isola di Man, il Manx Gran Prix e il Classic TT sono l'occasione per vedere all'opera i newcomers di domani e le moto di ieri a poco più di due mesi dalla regina di tutte le gare.

Manx e Classic: programma intenso
L'appuntamento agostano con la velocità formato road races in questo 2019 prenderà il via il 17, per concludersi il 30. Fino al 26 saranno impegnati nelle qualifiche e in gara sia mannesi e deb che gli specialisti delle moto storiche, dal 27 fino al 30 invece si concluderà il programma del Manx, con il Classic già concluso. Le due giornate di gare del Tourist Trophy per le vecchie regine della velocità si terranno sabato 24 e lunedì 26, con il programma del Senior TT Classic che si preannuncia particolarmente intrigante per questa edizione.

Top20 da urlo
L'organizzazione dell'evento ha diramato una lista partenti che si preannuncia di livello assoluto: scorrendo l'elenco della top20 l'occhio cade subito sul favorito – e sulla tabella- numero 1, con John McGuinness ancora una volta in sella alla Paton del team Winfield. McPint è stato il vincitore sia nel 2016 che nel 2018 sulla stessa moto e le vittorie sarebbero potute essere tre se nel 2017 non avesse dovuto rinunciare a prendere il via causa infortunio. Il bicilindrico a 4 valvole della moto milanese è una garanzia di potenza superiore agli avversari e McGuinness è l'indiziato numero uno per portare a casa il successo anche quest'anno.
La tabella numero 2 andrà invece al vincitore del Senior TT 2019: Dean Harrison torna alla classica delle classiche con una Norton, mentre nel suo precedente successo targato 2015 cavalcava una MV Agusta. Proprio sulla moto italiana del John Chapman Racing salirà invece Ian Lougher, mentre un altro rider d'esperienza come Michael Rutter prenderà parte alla gara su una Matchless. A James Hillier, pilota dell'anno alla Northwest 200, va il numero 5 stampato su una Honda 500 4 cilindri, mentre ancora una volta sarà Michael Dunlop a correre con il numero 6. Per il mitico vincitore di 19 gare al Tourist Trophy il 2019 è stato finora un anno da dimenticare. Ma il nordirlandese ha già tolto il gesso che avrebbe dovuto aiutare a curare il suo infortunio al polso ed è tornato in sella (aiutato dalle stampelle) già nello scorso weekend. Il nipote di Joey ha in programma ora la partecipazione all'Ulster Gran Prix del prossimo fine settimana, prima di tornare sul Mountain Course per il Classic.

Underdog da tenere d'occhio
Maria Costello, Jamie Coward, Danny Webb e Lee Johnston sono gli altri nomi da annotare sul taccuino: l'appuntamento è per tutti al 17 agosto con le prime qualifiche, quando scenderanno in strada tutte le categorie (Newcomer, Lightweight, 350, 500 e Superbike), meteo permettendo.


NOTIZIE CORRELATE
  • News
    24 Agosto 2019
    McPint ha dominato i 3 giri del Mountain Course, ma il Bonny ha ottenuto la seconda piazza con una bella gara. Terzo Coward su Norton, Maria Costello ai piedi del podio mancando di un soffio la tripletta per la casa di Cassinetta di Lugagnano. Bruce Anstey primo nella Lightweight
  • News
    06 Giugno 2019
    Tre successi in questo Tourist Trophy per "Hicky" che fa sue anche la seconda gara Supersport e la Superstock. Micheal conquista il suo 19esimo Mercurio Alato dopo un emozionanate duello con Coward, sesto Bonetti. Nel TT Zero Rutter batte McGuinness, nei sidecar arriva la "decima" per i fratelli Birchall.
  • News
    03 Giugno 2019
    Il detentore del record assoluto sul Mountain Course è primo nella gara SBK, interrotta per l'incidente mortale di Daley Mathison. Ben e Tom Birchall dominano tra i sidecar e vincono per la sesta volta consecutiva, la nona al Tourist Trophy. Prima gioia invece per Johnston nelle Supersport, al termine di una gara ridotta a due giri per la pioggia.