NOVITA' MOTOCICLISMO

Tourist Trophy: come si fa a partecipare

L'edizione 2019 del Tourist Trophy è ormai alle porte: lo show andrà in scena dal 25 maggio al 7 giugno prossimi, richiamando migliaia di appassionati da tutto il mondo. Se siete invece tra quelli che sognano di calcare da pilota le strade del TT, ecco qualche "dritta" per pianificare la vostra esperienza

Tourist Trophy: come si fa a partecipare
Estrema e affascinante
È da più di un secolo che si corre sulle strade dell’Isola di Man e il Tourist Trophy è ormai diventato leggenda, anche per la sua fama di corsa motociclistica più pericolosa al mondo. Nonostante i rischi questo appuntamento è un sogno per tanti appassionati di adrenalina e velocità, che desiderano provare l’ebbrezza di percorrere con il gas spalancato i 60 chilometri e le 256 curve del Mountain. Ma come si fa a partecipare? Ecco le regole di base.
In teoria non è necessario essere professionisti
, tuttavia bisogna soddisfare una serie di requisiti e, di conseguenza, un esordiente sprovvisto di curriculum sportivo non vedrà mai accettata la sua iscrizione.
Chi invece ha corso il Manx Grand Prix con buoni tempi è sulla strada giusta (una volta era un'esperienza obbligatoria, ora non più) dato che si tratta di una corsa che si svolge sempre sull’Isola di Man, ma è meno conosciuta e consente di fare pratica sul tracciato senza troppe pressioni. In questo caso i documenti richiesti per iscriversi sono la licenza internazionale (rilasciata dalla FIM compilando un modulo dopo aver ottenuto quella nazionale); la licenza supplementare dell’Auto Cycle Union, ovvero la Federazione Inglese; il nullaosta della Federazione di appartenenza e, per selezionare solo chi è allenato e corre regolarmente, almeno sei risultati utili in circuito (non valgono le gare in salita) nei 13 mesi precedenti la data di chiusura delle iscrizioni. Con un valido curriculum alle spalle si può poi pensare al TT, che offre anche l'iscrizione gratis perché coperta dagli sponsor.
Parlando di moto invece, sono ammesse solo quelle omologate dalla Federazione Internazionale, ad eccezione della categoria Senior per la quale, a discrezione degli organizzatori, sono accettati anche i prototipi. Il nostro consiglio comunque è di vivere il TT da spettatori: le scariche di adrenalina sono comunque garantite e non si rischia nulla...


NOTIZIE CORRELATE