NOVITA' MOTOCICLISMO

Super Soco CPx, lo scooter elettrico da 160 km

L’ultimo arrivato della famiglia Super Soco ha prestazioni analoghe a quelle di un modello 125 a benzina. Da record l’autonomia: grazie a due accumulatori può arrivare a 160/180 km

Super Soco CPx, lo scooter elettrico da 160 km
Come i 125
Prestazioni e autonomia analoghe a quelle di un 125 cm3 ma con tutti i vantaggi di silenziosità, ecologia e… immunità dai limiti alla circolazione che vengono dall’essere uno scooter a propulsione elettrica. Il CPx è la novità più importante della gamma Super Soco ed apre un capitolo nuovo, concetto sottolineato da una silhouette che pur essendo innovativa conserva un aspetto amichevole, familiare.
C’è il parabrezza, che nell’uso quotidiano fa comodo, e più sotto c’è un doppio gruppo ottico dai tratti spigolosi che illumina a 75 metri di distanza; il fianco invece è pulito e lineare per mantenere la sagoma il più stretta possibile, utile nei passaggi tortuosi in mezzo al traffico. Il tubo del telaio in evidenza nella parte posteriore suggerisce un’idea di robustezza, e non è solo un escamotage estetico: il telaio è derivato da quello del VS1, scooter da lavoro.
Il CPx ha le spalle grosse ma questo non vuole dire che sia pesante: 115 kg, 135 kg se si adotta la seconda batteria (proposta come optional e a prezzo speciale). I due accumulatori da 60 Volt/45 Ah sono alloggiati nel corpo centrale, lavorano in parallelo e consentono di percorrere 160-180  km alla velocità di 45 km/h con un pilota di 75 kg, 80-90 km con una batteria sola. Sono asportabili e si possono ricaricare da una presa di corrente in casa: per una bastano 3 ore, 6 per entrambe.
Quanto alle prestazioni, il CPx raggiunge una velocità massima di 90 km/h e lo fa con una linearità che un motore endotermico non avrà mai; è spinto da un motore elettrico della potenza di 4000 Watt, 6000 Watt di picco. Un pulsante sul manubrio permette di fare girare all’indietro il motore agevolando le manovre da fermo. Particolare curioso, pur essendo alloggiato nella ruota posteriore il motore non ne intralcia lo smontaggio così che volendo è possibile sostituire il cerchio in soli 5”, poco più del cambio gomme di una Formula Uno.
Le sospensioni sono tradizionali, davanti una forcella telescopica e dietro un monobraccio con un ammortizzatore sul lato sinistro; all’anteriore una ruota di 16”, meno sensibile alle asperità, mentre la posteriore è di 14”.
La frenata è ad intervento combinato, un disco di 180 mm Ø su ogni ruota. Nel controscudo ci sono un vano di 2 litri per il trasporto di oggetti e la presa a 12 V per ricaricare il cellulare, una app scaricabile gratuitamente permette di connettere veicolo, smartphone e cloud per ottenere informazioni sul viaggio, sul traffico e sullo scooter.
Il prezzo al pubblico è di 4790 euro con una batteria e 5990 euro con due.