NOVITA' MOTOCICLISMO

Sicurezza stradale, stanziati i fondi per il rifacimento delle strade

Quasi 400 milioni destinati alla messa in sicurezza di strade ed edifici e circa 834mila euro destinati al Dipartimento della Stradale per potenziare i controlli su chi vìola il Codice della Strada. Così la Legge di Bilancio 2019, che promette azioni più concrete per la sicurezza stradale

Sicurezza stradale, stanziati i fondi per il rifacimento delle strade
Sicurezza stradale

La Legge di Bilancio 2019 promette interventi concreti per una maggior sicurezza sulle strade italiane: da una parte arrivano nuovi fondi stanziati per la manutenzione (o il rifacimento) del manto stradale e, dall’altra, controlli più stringenti in riferimento alla guida con smartphone e ai limiti di velocità. Nel dettaglio, con il decreto del 10 gennaio 2019 firmato dal Ministero dell’Interno arrivano 400 milioni stanziati per la messa in sicurezza di strade ed edifici pubblici e destinati ad un totale di 7.977 comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti. Per sbloccarli, gli enti beneficiari sono tenuti ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio 2019: il controllo sull’andamento delle opere finanziate in base al decreto sarà effettuato dallo stesso Ministero con controlli a campione. Nel caso di mancato rispetto del termine di inizio dell’esecuzione dei lavori o di parziale utilizzo del contributo, lo stesso sarà revocato, in tutto o in parte, entro il 15 giugno 2019, con decreto del Ministero dell’interno. Se quanto sopra si riferisce comuni più piccoli, ricordiamo che, sempre in riferimento alla Legge di Bilancio 2019, a Roma andranno anche 60 milioni di euro in due anni per l’emergenza buche, a cui si sommano altri 15 milioni di euro in tre anni per l'acquisto di mezzi per il ripristino del manto stradale.
Per quanto riguarda invece la “guida distratta”, grazie all’accordo firmato  dal Ministero dell’Interno insieme al Ministero dei Trasporti sono stati stanziati 834.950 euro da mettere a disposizione del Dipartimento della Stradale per potenziare i controlli su chi vìola il Codice della Strada. In base al Piano nazionale per la Sicurezza Stradale “Orizzonte 2020”, inoltre, grazie a nuovi fondi stanziati dal Mit e destinati al Dipartimento per la Pubblica Sicurezza, saranno acquistati nuovi autovelox, telelaser e etilometri alcoltest per l’aumento dei controlli. 
NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    21 Marzo 2019
    Per legge, i proventi derivanti dalle sanzioni per violazione del Codice della Strada dovrebbero essere destinati alla sicurezza stradale. Cosa che raramente avviene. Stando a quanto promesso dal ministro Toninelli è in arrivo un decreto che sistemerà le cose, rivedendo anche la gestione dei sistemi autovelox
  • Politica e trasporti
    28 Febbraio 2019
    La legge-delega del governo è stata varata: s’attendono nei prossimi mesi i decreti legislativi utili a modificare il Codice della Strada. Si discute di multe più facili per i telelaser, di maggior tutela dei ciclisti, dell’aumento del limite in autostrada a 150km/h e di sanzioni più salate per chi guida con il telefono in mano
  • News
    07 Luglio 2018
    La mamma di Elena Aubry, vittima lo scorso maggio di un incidente causato da una delle buche che costellano via Ostiense a Roma, scrive una lettera-appello su Facebook chiedendo l’aiuto di tutti i cittadini. Evidenziare con una bomboletta spray le possibili insidie “nascoste” lungo le strade della Capitale