NOVITA' MOTOCICLISMO

Shinya Kimura ospite d'onore al Motor Bike Expo 2019

Alla la prossima edizione del Motor Bike Expo sarà presente anche il grande Shinya Kimura. Il “maestro” giapponese, oggi impegnato nella creazione delle sue opere in quel di Los Angeles, sarà a Veronafiere dal 17 al 20 gennaio

Shinya Kimura ospite d'onore al Motor Bike Expo 2019
Maestro Kimura
Alla prossima edizione del Motor Bike Expo mancano ancora parecchie settimane, ma il fine settimana del 17, 18, 19 e 20 gennaio sono date da cerchiare in rosso sul calendario.
La macchina organizzativa della manifestazione s’è già messa in moto, e, come ogni anno, Veronafiere si trasformerà nuovamente nella capitale europea del custom: dopo aver richiamato personalità del calibro di Jesse James, la famiglia Ness o i Teutul di Orange County Choppers, il MBE 2019 ospiterà infatti una leggenda della scena kustom: il “maestro” Shinya Kimura. Per raccogliere la sua adesione, lo staff capeggiato da Paola Somma si è dovuto spingere sino ad Azusa, cittadina alla periferia orientale di Los Angeles, per incontrarlo nella sede della Chabott Engineering, la sua piccola officina dove, tra mille ricambi di motociclette d’epoca e un paio di banchi da lavoro, Kimura realizza le sue opere nel suo “ordinato disordine”. Le creazioni di Kimura sono sculture fatte di alluminio battuto a mano, realizzate con materiali pregiati e pezzi di riuso e “spinte” da motori rigorosamente pre-1980.
Dopo aver aperto la sua prima officina agli inizi degli anni Novanta (era nel 1992), il customizer conobbe il grande successo sotto il marchio Zero Engineering, realtà che ha creato un vero e proprio stile poi ripreso in tutto il mondo kustom, caratterizzato da motociclette minimaliste e vintage, solitamente sviluppate incorniciando motori Harley-Davidson di vecchia produzione in telai rigidi.
Dal 2006, col nome di “Chabott Engineering” (sul sito www.chabottengineering.com potete ammirare alcune delle sue opere), Kimura lavora ripetendosi all’infinito il mantra che predica il ritorno alle origini, esplorando ed esaltando il valore creativo di elementi come metallo e ruggine. Chissà che al Motor Bike Expo non porti con sè anche una delle sue “creature” made in L.A.
NOTIZIE CORRELATE
  • Fuoriserie
    26 Agosto 2018
    Serbatoio in latta anni Trenta, sellino in legno di quercia con inserto in paglia viennese e accessori Motogadget. Questi in sintesi gli elemnti principali di questa (ex) BMW R90/6 degli anni 70 realizzata dagli austriaci di Titan Motorcycles
  • Fuoriserie
    24 Dicembre 2017
    I customizzatori portoghesi hanno riportato in vita un’icona del motociclismo, passata per le loro mani la CB500 ha subito una ricostruzione con poche ma sostanziose modifiche alla ciclistica, per migliorare le performance alla guida. Il motore è di serie e l’estetica rimane anni Settanta
  • Fuoriserie
    20 Dicembre 2017
    Dallo specialista tedesco arriva questa café racer su base Moto Guzzi capace di dire la sua sia in pista che su strada. La KM22 è nata dalle ceneri di una 850T del 1974 e si ispira allo stile delle moto sportive anni Settanta, sfoggiando dettagli di altissima qualità come l'attillato vestitino in fibra carbonio