NOVITA' MOTOCICLISMO

Scooter sharing: eCooltra invade Milano e Roma con gli Askoll elettrici

Mobilità sostenibile -  Sono ben 500.000 gli utenti eColtra registrati in tutta Europa. Tra essi sono sempre più numerosi gli utilizzatori italiani che troveranno una sorpresa al rientro dalle vacanze: gli scooter da noleggiare ora sono gli Askoll eS2, leggeri e "morbidi" di assetto. E ce ne sono tanti: in totale ora sono 800 quelli disponibili a Milano e a Roma (le città dove opera la società spagnola). Aggiornata per l'occasione anche la app per utilizzare il servizio

Scooter sharing: eCooltra invade Milano e Roma con gli Askoll elettrici
Arrivano gli Askoll
Qualche utente aveva notato il primo gruppo di scooter in bianco-azzurro-verde nella settimana di Ferragosto, perfettamente allineati nel parcheggio davanti all'Arena in viale Elvezia a Milano per le foto di lancio del nuovo servizio. Ora è arrivata la comunicazione ufficiale: a Milano e a Roma gli scooter "condivisi" di eCooltra saranno tutti Askoll eS2, gli elettrici "made in Italy" prodotti dall'azienda di Dueville (Vicenza).
Una mossa inattesa: la flotta di eCooltra (l'azienda spagnola leader europea nello scooter sharing con ben 500.000 utenti registrati ) era finora composta da circa 3.000 scooter elettrici Govecs. Da qualche settimana invece metà di essi è stata sostituita dagli Askoll eS2 e di essi ben 800 saranno proposti a Milano e a Roma (le due città italiane dove è presente il servizio). Si tratta di un numero davvero elevato: prima delle vacanze erano disponibili in totale (cioè tra Milano e Roma) solo 240 scooter, ora si parla di oltre il triplo.
“Siamo orgogliosi di aver raggiunto i 500.000 utenti in così poco tempo e queste importanti novità riservate ai nostri clienti confermano che, noi di eCooltra, crediamo fermamente in un futuro dove la sostenibilità sarà uno standard” – afferma Maurizio Pompili, Country Manager per l’Italia del Gruppo Cooltra – “Per realizzare questo sogno sono essenziali investimenti, sviluppo tecnologico, condivisione di visione. In Askoll, azienda 100% italiana, abbiamo trovato il partner ideale che esprime la stessa nostra professionalità, esperienza e passione per una mobilità sempre più condivisa e green.”
Gli Askoll eS2 "condivisi" presentano alcune differenze rispetto a quelli in vendita al pubblico. La sella è più ampia, robusta e meglio imbottita, in previsione dell'utilizzo frequente in coppia, mentre le gomme hanno battistrada a doppia mescola e le sospensioni sono più robuste (pur mantenendo un assetto "morbido") per sopportare anche un uso intenso sulle strade rovinate di Roma e Milano. Viene ovviamente modificato anche l'impianto elettrico, che diventa totalmente "keyless" (cioè senza chiavi): accensione, sella e bauletto sono controllati da una "chiusura centralizzata" che viene bloccata e sbloccata attraverso lo smartphone.
A proposito, l'arrivo dei nuovi scooter coincide anche con l'aggiornamento della app eCooltra (per smartphone iOs e Android) necessaria per utilizzare il servizio di scooter sharing: attraverso di essa si cerca lo scooter più vicino, lo si prenota e poi una volta raggiunto si conferma la prenotazione. A quel punto si potrà aprire il bauletto dove sono i due caschi in dotazione a ogni scooter (uno verde e uno azzurro, i colori aziendali), le relative bandane igieniche e tutto quanto serve per l'uso.  
Tra tante novità, l'unica cosa che non cambia è il prezzo del servizio che rimane di 0,24 euro/minuto, con 15 minuti in regalo all'atto della registrazione. Vengono conteggiati solo i minuti di effettivo utilizzo e non esistono i "minuti di ritardo" sulla riconsegna, perché non ci sono postazioni fisse: si parcheggia ovunque, ovviamente dove è permesso. In ogni caso, la tariffa non è elevata: facendo bene i conti, molti di noi potrebbero anzi scoprire che lo scooter elettrico condiviso conviene più di quello "di proprietà" a benzina.

Questo video tutorial spiega come utilizzare il servizio eCooltra con i nuovi Askoll. 



 


NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    10 Aprile 2019
    Pubblicato il bando comunale per avere contributi fino a 2.000 euro per l’acquisto di scooter e quadricicli elettrici o cargo bike e bici pieghevoli a pedalata assistita. Per ricevere l’agevolazione è necessario rottamare un’auto, una moto o un ciclomotore “inquinante”, avere un reddito familiare inferiore ai 28.000 euro e fare richiesta entro fine anno
  • Green Planet
    10 Luglio 2017
    Rolf Bulander, presidente del settore Mobility Solutions del Gruppo tedesco, ha svelato le soluzioni per rendere meno trafficate e più sicure le città di domani, dove, si suppone, vivranno oltre sei miliardi di persone. I veicoli saranno “autonomi”, connessi e condivisi, avranno motori a zero emissioni e sistemi per prevenire gli urti, come lo Scudo Digitale e il Motorcycle Stability Control per le moto
  • Green Planet
    21 Gennaio 2017
    Il nuovo Quadro Strategico Nazionale sui carburanti alternativi disegna gli obiettivi e le norme della futura mobilità a batterie sancendo la presenza di “un numero adeguato” di punti di ricarica pubblici, di erogatori nelle nuove stazioni di servizio e di parcheggi “elettrici” nei condomini e negli uffici edificati o ristrutturati a partire dal 2018. La rete dovrebbe essere completata entro fine 2020