NOVITA' MOTOCICLISMO

Saietta Group investe nella mobilità elettrica

Specializzata nella produzione di motori per veicoli elettrici di ogni “taglia”, dallo scooter agli autobus, l’azienda inglese ora investe in nuovi stabilimenti produttivi per fare fronte a una domanda crescente di unità per muovere i mezzi a batterie. Attesi fino a 250 nuovi posti di lavoro

Saietta Group investe nella mobilità elettrica
Al vertice sale un uomo di Goldman Sachs
Il mercato della mobilità elettrica è in forte crescita in tutti i comparti, andamento che favorisce la nascita di nuove realtà industriali e l’ampliamento di quelle già presenti nel settore. A confermarlo è la creazione di nuovi stabilimenti, ultimo del quale in fase di realizzazione in Gran Bretagna. A pianificarlo è il Saietta Group, società di ingegneria con sede nell'Oxfordshire e specializzata nella progettazione di motori di propulsione per un'ampia gamma di veicoli elettrici, dagli scooter agli autobus. A convincere i responsabili della società a investire in un impianto è il costante incremento degli ordini ricevuti che richiedono nuovi spazi produttivi per soddisfare le previsioni della domanda futura. L’intento, dunque, è costruire fabbrica moderna, dotata di attrezzature innovative e realizzata nel rispetto ambientale, tanto che è prevista la copertura del tetto con pannelli fotovoltaici capaci di fornire parte dell’energia necessaria per la produzione. Il futuro impianto dovrebbe portare fino a 250 nuovi posti di lavoro nell’arco di tre-cinque anni e produrre unità elettriche sempre più efficienti e innovative. Ricordiamo che la Saietta ha realizzato motori detentori di record mondiali di velocità e le unità che, tra l’altro, hanno equipaggiato il primo elicottero elettrico con equipaggio e la prima moto a vincere il TT Zero sull’Isola di Man. Tra i successi dell’azienda inglese sono da annoverare anche i prototipi di due moto elettriche, la R e la NGS, e il motore con tecnologia Axial Flux Traction (AFT) utilizzato su molti veicoli elettrici e prossima ad essere diffusa sui mercati asiatici e del resto del mondo. Con i rinnovati piani finanziari e di sviluppo subiscono cambiamenti anche i vertici di Saietta Group, in particolare con la nomina di presidente non esecutivo di Emmanuel Clair, ex amministratore delegato di Goldman Sachs, una delle società di investimento più influenti al mondo. Una posizione, quella passata, che dovrebbe avere indotto Clair a una scelta oculata come dichiara lui stesso: “Ho osservato la crescita dell'e-mobility negli ultimi cinque anni e la mia decisione di accettare il ruolo in Saietta Group è un impegno per il potenziale dell'azienda, che penso sarà trasformativo per l'intero settore della mobilità".

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    11 Ottobre 2020
    Le prime due ruote elettriche dell’azienda austrocinese a debuttare in Italia, grazie alla distribuzione di Vent, sono lo scooter EK3 progettato per gli spostamenti urbani e la moto CR6 dallo stile ispirato alla Cafè Racer degli anni ‘60. Entrambe hanno motore con potenza di picco di 6,2 kW, velocità di 95 km/h e freni CBS
  • Green Planet
    10 Ottobre 2020
    La quarta edizione della rassegna dedicata alla mobilità elettrica diventa di cinque giorni, dal 7 all’11 novembre, e affianca alla sede di Palazzo Lombardia quella di Palazzo Giureconsulti nel cuore di Milano. In centro è prevista anche l’esposizione di veicoli a emissioni zero che si snoderà tra Pazza Mercanti, via Dante e Piazza Castello. Forte il coinvolgimento dei ragazzi
  • Moto
    14 Settembre 2020
    Nei primi otto mesi dell’anno l’azienda emiliana ha raggiunto un portafoglio di ordini pari al controvalore di 4,3 milioni di euro, una cifra del 190% superiore a quella registrata per l’interno 2019. Un risultato eccellente destinato a migliorare entro la fine dell’anno grazie al potenziamento della capacità produttiva dello stabilimento modenese