NOVITA' MOTOCICLISMO

Polini porta i cicloamatori al Giro E

Il sogno di molti di pedalare al Giro d’Italia si avvera grazie al team Bike For Dream che parteciperà alla seconda edizione della kermesse elettrica della manifestazione con una squadra composta esclusivamente da ciclisti amatoriali. Ad aiutarli nell'affrontare le strade della Corsa Rosa, comprese le salite impegnative come il Mortirolo, sarà l’eRoad Olmo con kit E-P3

Polini porta i cicloamatori al Giro E
In gara per la maglia viola
Potere fare il Giro d’Italia in bicicletta è un sogno di molti, anche solo per vivere l’atmosfera magica della Corsa Rosa con le strade avvolte dai tifosi gioiosi e le località attraversate addobbate a festa. Un sogno oggi possibile grazie agli organizzatori del Giro E, il Giro d’Italia in bici elettrica, e al supporto di Olmo e Polini che hanno dato vita a una squadra dal nome significativo: Bike For Dream, una bici per sognare. Un team composto esclusivamente dai ciclisti amatoriali che si sono iscritti al portale della BFD scegliendo di partecipare a una o più tappe del Giro E, una competizione amatoriale con 18 tappe, più brevi delle ufficiali (la distanza media è intorno ai 100 km, la più lunga di 162 km), ma con la parte finale del percorso condivisa con quella dei campioni. Un modo per vivere gli ultimi chilometri di tappa immersi nell’atmosfera giovale del Giro e per precedere i professionisti al traguardo avendo il tempo di ammirare la volata dei campioni e di tifare i propri beniamini, da Vincenzo Nibali a Tom Doumolin, vincitori delle edizioni 2013, 2016 e 2017.
L’obiettivo, però, è raccogliere i punti per la squadra, perché nel Giro E a vincere non è il singolo protagonista, ma il collettivo impegnato nelle prove speciali a raggiungere la velocità più alta possibile o a rispettare al secondo i tempi imposti per i tratti di regolarità. E se si è bravi, si potrà anche vivere l’emozione di indossare una delle maglie destinate al leader della generale (di colore viola), della classifica Sprint (rossa) o di quella di regolarità (arancione). Ad aiutare nell’avventura i cicloamotori sarà la nuova eRoad di Olmo con telaio in carbonio ed equipaggiata con il sistema elettrico Polini E-P3. Un kit con batterie da 500 Wh che assicurano un’autonomia massima di 210 km, quindi sufficiente per completare le tappe se non si sfrutta in eccesso il supporto elettrico. In realtà, in alcune frazioni sarà quasi d’obbligo utilizzare la modalità superiore capace di fornire un’assistenza fino al 400% della forza impressa sui pedali. Il riferimento è soprattutto alla Tappa 14 con l’ascesa del Passo del Mortirolo, una leggenda per chi pedala con le sue rampe che raggiungono una pendenza del 18%.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    03 Luglio 2020

    Il produttore tedesco ha aggiornato il software di gestione per i motori dei kit dedicati alle cargo bike e alle mountain bike, le modifiche fanno salire la coppia a 85 Nm e forniscono maggiore spunto. Rinnovati anche i display Nyon e Kiox, mentre debutta l’Help Connect

  • Green Planet
    02 Luglio 2020

    Per celebrare il decennale del primo kit eBike System il costruttore tedesco ha creato il prototipo futurista eBike Design Vision con integrati nel telaio il sistema elettrico e le sospensioni. A omaggiare la decade sono anche Cannondale, Cube e Moustache con tre modelli esclusivi prodotti a tiratira limitata e disponibili dal prossimo autunno con prezzi...per pochi

  • Green Planet
    21 Giugno 2020

    L’aumento delle vendite di bici a pedalata assistita con sistemi di Iwata nel Vecchio Continente ha convinto i responsabili giapponesi ad affidare alla filiale europea la gestione delle distribuzione dei kit PW. Una scelta pensata per fornire un’assistenza più rapida ed efficace ai produttori che adottano i motori Yamaha e, di conseguenza, ai clienti finali