NOVITA' MOTOCICLISMO

Pass verde e spostamenti tra regioni: le regole dal 26 aprile

Spostamenti tra regioni gialle, arancio e rosse, pass verde, tampone, vaccino, autocertificazione, seconde case e coprifuoco. Ecco le regole in vigore per gli spostamenti a partire dal prossimo 26 aprile. Facciamo chiarezza con le faq del Governo

Pass verde e spostamenti tra regioni: le regole dal 26 aprile
Spostamenti e pass verde
Con il nuovo decreto governativo, a partire da lunedì 26 aprile sarà nuovamente possibile spostarsi da una regione all’altra, perché di fascia gialla. Per muoversi tra rosse o arancioni rimane l’autocertificazione, a cui si aggiunge, nel caso di spostamenti per turismo, il cosiddetto Pass Verde, contenente informazioni riguardo il vaccino, la negatività al tampone o la guarigione dal virus. Facciamo chiarezza basandoci sulle faq del Governo.

Posso spostarmi tra regioni gialle?

Gli spostamenti tra regioni gialle saranno liberi, quindi ci si potrà muovere senza autocertificazione.

Come funzionano gli spostamenti tra regioni arancio e rosse?
Per varcare i confini di una regione che si trova in fascia arancione oppure rossa bisognerà avere i soliti motivi di lavoro, di salute o di urgenza (quindi niente gitarelle turistiche), sempre da indicare sull’autocertificazione. La novità riguarda in questo caso la “deroga” (cioè il Pass Verde) concessa a chi già vaccinato, guarito dal covid oppure risultato negativo ad un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti al viaggio, che potrà spostarsi uscendo da una regione arancio o rossa anche per motivi di turismo.

Che cos’è la certificazione o pass verde?
Il documento che serve a spostarsi all'interno delle regioni arancione e rosse o uscendo da esse per turismo e deve attestare che la persona è vaccinata, oppure guarita dal Covid oppure ha effettuato un tampone antigenico o molecolare nelle 48 precedenti.

Come si ottiene il pass verde?
Il pass viene rilasciato dalla struttura che ha effettuato il vaccino, da quella che ha eseguito il test (comprese le farmacie), oppure, nel caso di guarigione dal Covid, dalla struttura dove si è stati ricoverati o dal medico di famiglia.

Se ci si deve spostare tra regioni arancioni o rosse per motivi di lavoro, salute o urgenza, devo avere la certificazione verde?
No, basta l’autocertificazione.

Posso raggiungere la mia seconda casa?

Dal 26 aprile nelle seconde case, che si trovano in zona gialla o arancione, si potrà andare anche con parenti e amici: al massimo in quattro persone. In zona rossa soltanto il nucleo familiare e la casa deve essere disabitata.

A che ora il coprifuoco?

Il coprifuoco rimane fisso dalle 22 alle 5 per almeno due settimane. Il governo ha deciso per monitorare la situazione ogni 15 giorni: qualora l’andamento della curva epidemiologica dovesse mostrarsi positivo, le misure saranno allentate e anche l’obbligo di rientro a casa alle 22 potrà essere portato alle 23 o alle 24 o essere eliminato. 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    13 Luglio 2021
    In base agli attuali parametri, alcune regioni - tra cui Sicilia, Campania, Veneto e Lazio - potrebbero presto ritornare in zona gialla. Il passo indietro comporterebbe il ritorno di alcune restrizioni, specialmente per le attività commerciali, ma non andrebbe ad impattare su libera circolazione e spostamenti. Per il momento tuttavia, il Governo frena: “la vera arma per chiudere questa stagione è la campagna di vaccinazione”
  • Politica e trasporti
    02 Giugno 2021
    Voglia di un bel viaggio in moto al di fuori dei confini nazionali? Se la risposta è affermativa, prima di mettersi in viaggio è bene controllare attentamente regole e requisiti, che - anche all’interno dell’EU - possono cambiare da paese a paese. Per ora, in ogni caso, anche per viaggiare il vaccino non è obbligatorio...
  • Politica e trasporti
    21 Aprile 2021
    Da lunedì 26 aprile sarà nuovamente possibile spostarsi da una regione ad un’altra senza autocertificazione, ma solo se in zona gialla. Per attraversare i confini di una regione arancio o rossa servirà l’autocertificazione, oppure, per turismo, l’apposito “lasciapassare”. Rimane il coprifuoco, il cui inizio slitterà forse alle 23. Ecco le regole per gli spostamenti