NOVITA' MOTOCICLISMO

Motogiro 2020: si farà nonostante il COVID

Inizialmente il Motogiro era previsto dal 17 al 23 maggio, ma gli organizzatori del Moto Club Terni “Libero Liberati – Paolo Pileri” sono stati costretti a posticiparlo a seguito delle disposizioni sanitarie sul COVID 19. “Abbiamo scelto di non saltare un anno e di farla anche se con meno iscritti del previsto” ha spiegato il presidente, Massimo Mansueti

Motogiro 2020: si farà nonostante il COVID
Motogiro confermato
La pandemia non ferma il Motogiro. La rievocazione storica del Motogiro d’Italia è arrivata alla 29ª edizione e non la salterà: l’evento si svolgerà dal 13 al 19 settembre, il percorso di 1700 km sarà diviso in sei tappe ed è prevista anche la presenza di campioni come gli ex iridati Pierpaolo Bianchi e Carlos Lavado.
Sono già state effettuate le ultime verifiche del percorso, che è stato interamente confermato: ritrovo dei partecipanti domenica 13 settembre a Villafranca per le operazioni preliminari, quindi la mattina di lunedì 14 la partenza con la prima frazione Villafranca-Treviso, e nei giorni successivi si farà tappa a Cortina d’Ampezzo, Trento, Salsomaggiore Terme e Montecatini Terme, per poi fare ritorno a Villafranca il 19 settembre.
Inizialmente il Motogiro era previsto dal 17 al 23 maggio, ma gli organizzatori del Moto Club Terni “Libero Liberati – Paolo Pileri” sono stati costretti a posticiparlo a seguito delle disposizioni sanitarie sul COVID 19.
«Questa edizione – ha dichiarato il presidente, Massimo Mansueti – è stata fortemente voluta da tutto lo staff organizzativo nonostante le numerose difficoltà dovute alla pandemia mondiale. Abbiamo scelto di non saltare un anno e di farla anche se con meno iscritti del previsto, infatti sono assenti quasi tutti i partecipanti statunitensi, sudamericani e inglesi che negli ultimi anni avevano raggiunto numeri importanti, ma l’internazionalità dell’evento è comunque garantita dalla presenza di nord europei, in particolare olandesi e tedeschi che hanno risposto positivamente e non hanno voluto rinunciare alla tradizionale gran fondo delle moto d’epoca, nonostante il rinvio di quattro mesi».
In considerazione della particolarissima situazione dovuta alla pandemia, le iscrizioni sono state prorogate fino alla fine di agosto; sono previste varie formule di partecipazione, alcune a un prezzo interessantissimo, e tra le varie possibilità c’è la formula “Short Raid” che permette di prendere parte a tre sole tappe, per chi ha pochi giorni a disposizione. È stato inoltre raggiunto un accordo con Benelli che fornirà supporto tecnico, mettendo a disposizione alcune moto per le staffette, e allestirà i villaggi espositivi nelle sedi di tappa grazie alla collaborazione dei concessionari di zona.
Tutte le informazioni sul sito www.motogiroitalia.it .