NOVITA' MOTOCICLISMO

Moto usate: da gennaio acquisti in contanti limitati a 1000 euro

Se state per acquistare una motoretta usata fate attenzione, da quest'anno il tetto massimo di spesa che si può fare in contanti è stato abbassato a 1.000 euro e sono previste sanzioni pesanti per chi sgarra. Ecco come funzionano le nuove regole

Moto usate: da gennaio acquisti in contanti limitati a 1000 euro
Tetto di 1000 euro per i pagamenti in contanti e multa agli esercenti che rifiutano il Bancomat. Sono queste le principali novità introdotta dal Governo per quanto riguarda la lotta all’evasione. Vediamole più nel dettaglio.

Tetto massimo per i contanti
Dal 1 gennaio, la somma massima in denaro (anche per acquistare moto usate) che si potrà pagare in moneta cartacea passerà dai 2000 euro del 2021 ai 999,99 euro, sia per i pagamenti verso le aziende che per quelli destinati ad altre persone. Per importi superiori dovranno pertanto essere utilizzati mezzi tracciabili, come per esempio bonifici bancari o postali, assegni, carte di credito o di debito, carte prepagate e Bancomat. 

Com’è ovvio, se il limite di 1000 euro non venisse rispettato, si andrà incontro a sanzioni. Verrà fatta una segnalazione all’Agenzia delle Entrate con conseguente controllo da parte del Fisco per l’antiriciclaggio, e arriverà una sanzione che può andare da un minimo di 1.000 euro a un massimo di 50.000 euro, a seconda dell'importo della transazione illecita. Altrettanto “a rischio” i professionisti che non dovessero segnalare eventuali trasgressioni, per loro è prevista una multa che va da un minimo di 3000 a un massimo di 15000 euro.

Multa agli esercenti che rifiutano il bancomat
Tra le novità introdotte, che però saranno operative solo dal prossimo anno, ci sono anche le sanzioni per i commercianti e i professionisti che dovessero rifiutare i pagamenti elettronici per qualsiasi importo, anche minimo. Eventuali violazioni porteranno a una sanzione amministrativa con multe da un minimo di 30 euro più il 4% del valore della transazione negata.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Industria e finanza
    14 Dicembre 2020
    In via di sperimentazione con il caschback di Natale, il programma promosso dal governo per incentivare i pagamenti elettronici con carte e bancomat consente di ottenere un rimborso del 10% sugli acquisti. Si può fare shopping in negozio, pagare l’aperitivo al bar, fare il pieno di benzina o i tagliandi
  • Industria e finanza
    09 Dicembre 2020
    Scaricare l’app IO (ma c'è un'alternativa), registrarsi, associare carte e bancomat, indicare l’IBAN per i rimborsi. Esclusi acquisti e bonifici effettuali online. Si comincia con il Caschback di Natale e, da gennaio, si partirà con il Caschback vero e proprio, durante il quale il tetto di rimborso crescerà da 1500 a 3.000 euro. Ecco come funzione
  • News
    09 Giugno 2014
    Sciopero benzinai – dal 14 al 18 giugno andrà in scena la protesta dei benzinai che prevede serrande chiuse il 18 e, nei giorni precedenti, limitazione dell’utilizzo dei self service. Infine dal 21 al 28 giugno non si potranno utilizzare per i pagamenti bancomat e carte di credito