NOVITA' MOTOCICLISMO

Moto Morini passa ai cinesi di Zhongneng

Alla guida di Moto Morini ci sarà ora Mr. Chen, fondatore del colosso cinese Zhongneng Vehicle Group. All’annuncio della vendita seguono le rassicurazioni: la produzione rimarrà su suolo italiano e, accanto agli attuali prodotti, arriveranno nuovi modelli

Moto Morini passa ai cinesi di Zhongneng
Mr. Chen compra tutto
Il dottor Ruggero Massimo Jannuzzelli rappresentante dell’azionista e presidente di Moto Morini uscente dichiara di aver raccolto con l’offerta di Zhongneng Vehicle Group un’ottima opportunità per il futuro dell’azienda e dello storico marchio italiano”. Così il comunicato stampa diffuso in queste ore dall’azienda italiana che, alla vigilia di EICMA, ha annunciato la vendita dello storico marchio. Per una somma vicina ai 10 milioni di euro (la trattativa era partita da una dozzina), Moto Morini passa così nelle mani del colosso cinese fondato e guidato da Mr. Chen Huaneng e già produttore di scooter e moto dal 1998. “Dopo che nel 2015 la mia famiglia tramite Autjann (la holding di partecipazione della famiglia) è diventata proprietaria del 100% del capitale della società al debutto logistico nella provincia di Pavia – spiega Jannuzzelli – è iniziato dapprima un percorso di sviluppo della moto per l’adeguamento alla normativa Euro 4 seguito subito dalla creazione di nuovi modelli adeguati all’attuale mercato. Da qui sono nate la Corsaro ZZ, la Corsaro ZT, la Milano e la nuova Scrambler. Oltre a questa attività, per tre anni abbiamo lavorato alla creazione di valore del brand e dei prodotti per portarli nella fascia alta del mercato per qualità, modalità di costruzione e prestigio. Ora raccogliamo i frutti di questo lavoro lasciando il testimone ad un gruppo industriale privato cinese che è già presente con i suoi prodotti in Europa e nel mondo.
È un altro pezzetto d’Italia che se ne va in mani straniere, anche se non del tutto: la produzione rimarrà infatti su territorio italiano e, come assicurato nel comunicato, ci sono in vista grandi progetti per lo sviluppo dell’attività aziendale riguardanti sia gli attuali prodotti che nuovi modelli di differenti cilindrate: “Siamo certi – conclude il comunicato – di affidare Moto Morini, i suoi dipendenti, i suoi fornitori ed i suoi affezionati clienti ad una realtà industriale importante che farà crescere bene l’azienda”.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Moto
    06 Novembre 2019
    Al Salone di Milano Moto Morini ha tolto il velo alla sua proposta per il mototurismo a 360°. La X-Cape monta il nuovo motore bicilindrico da 649 cm3 raffreddato a liquido, mentre carrozzeria protettiva e ciclistica promettono lunghi viaggi in comodità
  • Moto
    05 Novembre 2019
    La Moto Morini Super Scrambler sfoggia linea elegantemente retrò, manubrio alto, ruote da 17 pollici e il classico bicilindrico a V che in questa versione eroga 116 CV a 8.000 giri. Raffinata la componentistica, tutta made in Italy
  • Moto
    05 Novembre 2019
    A Milano arriva la Seiemmezzo - o 6½ - come si legge sulla fiancatina laterale: una naked agile, con cerchi a raggi, sella minimale e linee aggressive. Sarà disponibile anche in versione depotenziata per patente A2