NOVITA' MOTOCICLISMO

Milano, Fase 2: in arrivo 3.500 monopattini elettrici

Il comune ha autorizzato cinque nuove società ad offrire servizi di sharing con monopattini elettrici. Con quelli già attivi arriveremo presto a quasi 6.000 unità a disposizione dei cittadini

Milano, Fase 2: in arrivo 3.500 monopattini elettrici
Rinforzi per la città
La Fase 2 passerà per forza per l'utilizzo di mezzi propri o condivisi. Il trasporto pubblico, infatti, per esigenze sanitarie sarà costretto a lavorare dimezzando la sua capienza, per cui in questo periodo delicato molti dei movimenti dei cittadini sarano sulle spalle di quella che si definisce mobilità alternativa. Soprattutto nelle grandi città italiane, la condivisione di veicoli (dalle auto ai monopattini) è una realtà consolidata e ora come non mai è necessario potenziare questa rete per venire incontro alle esigenze dei lavoratori e dei cittadini in generale. Milano, come spesso capita, in queste iniziative è in pole position e per questo la giunta ha dato il via libera ad altre cinque società di sharing per distribuire in città ben 3.500 monopattini elettrici che, uniti ai 2.250 già attivi porterà il numero di questi mezzi a ben 5.750 unità. Una decisione positiva che si accoda al recente bonus mobilità che prevede 500 euro sull'acquisto di un mezzo di micromobilità elettrico.
Le società che potranno fornire servizio di sharing di monopattini sono EM Transit, Ride Hive Operations, LMTS Italy, Govolt e Bird Rides Italy e si aggiungono alle aziende già presenti sul territorio da alcuni mesi, Wind Mobility, Bit Mobility e Helbiz Italia. Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Lavori pubblici spiega: "Lavoriamo per allargare l'offerta di mobilità. Un obiettivo che abbiamo da tempo ma che ora, considerate le limitazioni del distanziamento sulla rete di trasporto pubblico, è diventato un imperativo. Dare ai cittadini alternative e consentire un trasporto flessibile e leggero complementare a bus e metropolitane ci permetterà di contenere la congestione e anche i livelli di inquinamento in città, è però importante rispettare le regole della strada e muoversi sempre, qualunque sia il mezzo adottato per i nostri spostamenti, con buonsenso e rispetto per tutti”

 



NOTIZIE CORRELATE
  • News
    31 Maggio 2020
    Da mercoledì prossimo si aprono i confini regionali, via libera quindi a gite e viaggetti, ma non spariscono tutte le regole che hanno condizionato i nostri comportamenti in tutti questi mesi di lockdown. Vediamo allora cosa sarà possibile fare e cosa no a partire dal 3 giugno
  • News
    28 Maggio 2020
    Finalmente si può viaggiare in due in moto con chi si vuole, infatti, interpretando una delle faq pubblicate dal governo, risulta che dovrebbe essere possibile trasportare anche il passeggero non convivente. Via libera quindi alle gite in coppia, purché all’interno della regione di residenza
  • News
    27 Maggio 2020
    La curva dei contagi è positiva, ma il pericolo di una seconda ondata tutt’altro che scongiurato. Gli esperti temono i comportamenti registrati in questi giorni nelle piazze e sulle spiagge. Se i numeri dovessero tornare a crescere, ci potrebbero essere nuovi lockdown in zone specifiche