NOVITA' MOTOCICLISMO

Mercato e-bike, è nuovo record di vendite

Sfiorano quota 200.000 le consegne di bici a pedalata assistita del 2019 grazie a una crescita del 13%, la più alta del settore del ciclo. Un successo accompagnato dalla crescita della produzione nazionale, aumentata del 209% in un anno, e delle esportazioni, nonché del calo netto delle importazioni dai paesi asiatici. Buon andamento anche per le bici tradizionali

Mercato e-bike, è nuovo record di vendite

Più che triplicate in 5 anni
Il Lockdown dovuto all'epidemia di coronavirus inciderà parecchio, ma la crescita del mercato delle bici a pedalata assistita ha fatto segnare lo scorso anno un nuovo record di vendite dopo quelli registrati negli anni scorsi. L’aumento valutato dall’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori nel 2019 è ancora a doppia cifra grazie a un +13% che fa lievitare i numeri del settore fino alla soglia delle 200.000 unità, 195.000 per la precisione. Una progressione costante come confermano i dati del passato: 56.200 nel 2015, 124.400 nel 2016, 148.000 nel 2017 e 173.000 nel 2018. Una tendenza che conferma le e-bike come il comparto più vivace del ciclo anche in termini industriali. La produzione nazionale delle elettriche, infatti, nell’ultimo anno è salita del 209% contro un più modesto +7% di crescita dei cicli tradizionali. Un andamento che ha portato a quota 213.000 il numero dei modelli a batterie costruiti lungo la penisola favorendo un lieve incremento delle esportazioni da 89.000 a 90.000 esemplari (+1%) e, soprattutto, riducendo sensibilmente la quota delle importazioni, scese da 160.000 a 72.000 unità (-55%). Un calo, come abbiamo già scritto, dovuto per lo più alla misure antidumping contro la concorrenza sleale asiatica che ha favorito l’industria italiana ed europea.

 

Le ragioni del successo

A decretare l’andamento positivo del settore delle bici a pedalata assistita sono diversi ragioni. Il principale fattore individuato da Ancma dell’attuale popolarità delle e-bike in tutti i segmenti di mercato è riferibile alla possibilità di percorrere distanze più lunghe a medie più elevate aprendo a “un nuovo modo di pedalare”. Di certo contribuiscono anche la minore fatica che permette di muoversi senza sudare e la sempre più ampia offerta di modelli in grado di soddisfare le diverse esigenza, sia in termini di costi, sia di varietà delle proposte. A favorire l’intero settore del ciclo, inoltre, concorrono altre motivazioni. “Le biciclette e le e-bike”, affermano i responsabili di Ancma, “sono sinonimo di mobilità individuale sana e sostenibile e sono una componente sempre più importante per i moderni concetti di mobilità nelle nostre città e per questa ragione il governo, le regioni e molti comuni stanno perseguendo l'obiettivo di aumentare significativamente la percentuale di ciclisti. Sondaggi e statistiche mostrano che le biciclette e le e-bike in Italia sono utilizzate non solo per scopi sportivi o ricreativi, ma anche per gli spostamenti giornalieri. Per andare a lavorare, a scuola, per commissioni o come anello di congiunzione con il trasporto ferroviario e pubblico in generale grazie ai numerosi parcheggi sicuri predisposti nelle stazioni”. Non stupisce allora la crescita generale del settore delle due ruote a pedali che nel 2019 ha venduto complessivamente 1.713.000 unità, il 7% in più delle 1.595.000 registrate nel 2018. A preoccupare, tuttavia, “sono le considerazioni che la bicicletta, in Italia, sia solo un mezzo per fare attività sportiva”, mentalità che accresce “le situazioni a sfavore dell’uso urbano della bicicletta, anche da parte della pubblica opinione”. Per questo i dirigenti dell’associazione chiedono “con forza un’attenzione elevata per questo veicolo, dall’uso, alla vendita, alla fabbricazione, perché protagonista in questo delicato e complicatissimo periodo di Coronavirus. La bicicletta permette di mantenere infatti le distanze di sicurezza, attiva il metabolismo della persona e come tale ne aumenta le difese immunitarie, preziosissime per aiutare ad arginare il virus. Sarebbe un peccato non approfittarne in un periodo, come questo, che va incontro alla bella stagione”.

 

 

 

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Green Planet
    26 Febbraio 2021
    Le MTB di di vertice della gamma enduro del produttore spagnolo, la Foxy e la Crafty, sono dotate del nuovo sistema Mind per semplificare la regolazione delle sospensioni grazie a dei sensori che rilevano le escursioni degli ammortizzatori e inviano i dati all’app “myMondraker”. Di fatto, suggerisce come regolare il sag, la compressione e il ritorno delle sospensioni
  • Green Planet
    26 Febbraio 2021
    Telaio in carbonio, sospensione posteriore IsoStrut con foderi senza perni e la scelta del piccolo kit elettrico Fazua Evation consentono alla nuova cross country americana di pesare meno di 16 kg. Ha ruote da 29”, ammortizzazione da 120/60 mm, freni a disco idraulici e cambi a 12 rapporti
  • Green Planet
    19 Febbraio 2021
    La e-bici danese E-Motion si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento per l’eleganza del telaio, la qualità costruttiva, la funzionalità e per il kit elettrico “all in one” made in Italy. Ha componenti di pregio come la trasmissione a cinghia, l’impianto frenante idraulico, le luci ad alta intensità e i comandi wireless per la gestione delle funzioni dell’e-bike