NOVITA' MOTOCICLISMO

Lora, la moto elettrica che arriva dalla Spagna

Lora, è prodotto dal marchio spagnolo Urbet ed è costruito come una moto vera e propria, dunque qui il motore non è inserito nella ruota posteriore ma è fisso al centro del telaio, e trasmette la spinta alla ruota posteriore per mezzo di una cinghia dentata

Lora, la moto elettrica che arriva dalla Spagna
I nuovi modelli di veicoli elettrici spuntano come funghi, questo però sembra particolarmente interessante un po’ per la linea elegante e gradevole, un po’ per le prestazioni. Si chiama Lora, è prodotto dal marchio spagnolo Urbet ed è costruito come una moto vera e propria, non come uno scooter.

Motore al centro
Dunque qui il motore non è inserito nella ruota posteriore ma è fisso al centro del telaio, e trasmette la spinta alla ruota posteriore per mezzo di una cinghia dentata; la struttura portante è in tubi di acciaio e piastre fresate; al suo interno, nella parte anteriore, è alloggiato il pacco batterie. La dotazione tecnica è al passo con i tempi: forcella a steli rovesciati e sospensione posteriore monoammortizzatore con forcellone oscillante in alluminio ricavato dal pieno ed elemento elastico in cantilever; i dischi freno anteriori sono a margherita con pinze a fissaggio radiale.



Fino a 120 km/h
Nella versione ”base” la Lora ha una potenza nominale di 5 kiloWatt e una potenza di picco di 11 kiloWatt: dovrebbe essere in grado di arrivare fino a 120 km/h e disporre di una autonomia che in modalità Eco può arrivare a 180 km. Se non bastasse, Urbet ha sviluppato anche la versione ”S” che dispone di un motore più potente e un pacco batterie di maggiore capacità. Si parla di una potenza massima di 19 kiloWatt e una velocità di punta di 150 km/h, più o meno quello che si potrebbe ottenere con un motore endotermico da 25 CV. In più la “S” può essere equipaggiata con un pacco batterie addizionale che raddoppia l’autonomia.
Stando alle anticipazioni entrambe le versioni della Lora dovrebbero essere disponibili alla fine del 2022; il prezzo di quella standard sarà dell’ordine di 8000 euro mentre per la ”S” ce ne vorranno 3500 in più.

 



NOTIZIE CORRELATE
  • Industria e finanza
    20 Giugno 2022
    Rinata grazie agli indiani di TVS, Norton ha annunciato nuovi investimenti cofinanziati dal Governo per lo sviluppo dei suoi primi modelli elettrici. Tra le altre cose, il piano prevede anche nuovi posti di lavoro su suolo inglese, con ovvi benefici per i lavoratori britannici
  • Green Planet
    16 Giugno 2022
    Anche le case europee si stanno preparando alla rivoluzione elettrica. Tempi e modi però sono differenti, c'è chi sembra crederci di più e chi invece è ancora piuttosto titubante. Facciamo il punto della situazione a quel che ci risulta ad oggi
  • Green Planet
    23 Maggio 2022
    L’italiana Tacita e l’indiana Okinawa hanno in queste ore annunciato una nuova partnership per la progettazione, la produzione e la vendita di nuovi modelli elettrici a due ruote. La prima fornirà powertrain, pacchi batteria e BMS, la seconda svilupperà la ciclistica e metterà a disposizione le proprie linee produttive
Filtra tutti i contenuti per marca
Eicma 2021
Moto rubate
Annunci inSella
Moto Fuoriserie
IN EDICOLA
Sul numero di alVolante in edicola
Fresche di lancio già guidate
Green Planet