NOVITA' MOTOCICLISMO

Leonart Pilder 125, power cruiser in miniatura

Presentata a Intermot, la Pilder è una bella custom dall'aspetto grintoso e soluzioni tecniche raffinate come il forcellone monobraccio e i dischi freno a margherita. Monta il motore 125 Piaggio da 15 CV "pieni" e potrebbe arrivare in Italia il prossimo anno

Leonart Pilder 125, power cruiser in miniatura

Una custom spagnola

La catalana Leonart ha arricchito la sua gamma (clicca qui per il listino) presentando Pilder, una custom 125 che richiama lo stile delle grosse "power cruiser" (custom sportive all'americana) che offre soluzioni tecniche e stilistiche raffinate. Il motore è il classico Piaggio 125 cm3 4 valvole, bialbero, raffreddato a liquido e capace di 15 CV (quello per intenderci montato sulla RS4 125) mentre l'impianto di scarico ha un terminale conico compatto dall'aspetto artigianale. Il telaio invece è un tradizionale doppia culla in acciaio, accoppiato però a un bel forcellone monobraccio. Il reparto sospensioni prevede una forcella a steli rovesciati e un mono regolabile nel precarico. Ben fatti anche i cerchi neri a 5 razze sdoppiate con diametro di 18" davanti e 17" dietro. "Da grande" invece la coppia di dischi con profilo a margherita e le misure degli pneumatici: 120/70 davanti e 210/50 dietro. La Leonart Pilder 125 potrebbe arrivare in Italia a partire dal prossimo anno a un prezzo intorno ai 5.000 euro.
  


COMMENTI
Ritratto di topomoto
05 Ottobre 2012 ore 18:34
Devo aggiungere altro?
Ritratto di Ste5c
Ste5c Honda VFR VFR 800 V-TEC 2002-2009
06 Ottobre 2012 ore 11:20
E' carina, costosa, inutile il doppio disco all'anteriore, ma carina. Io preferisco un altro genere di moto ma penso che potrebbe fare successo.
Ritratto di apm
07 Ottobre 2012 ore 13:07
Bella è bella, però c'è da dire che quello spazio tra motore e serbatoio è davvero antiestetico
Ritratto di Ninja
08 Ottobre 2012 ore 09:48
... poi senti il rumore del motore e ti cadono... le braccia
NOTIZIE CORRELATE
  • Politica e trasporti
    30 Luglio 2019
    L'approvazione del nuovo Codice della Strada è ancora lontana: delle numerose modifiche discusse in questi mesi se ne riparlerà solo dopo le vacanze estive. Scordatevi per il momento la circolazione in autostrada con le 125, l’aumento delle sanzioni per chi usa lo smartphone alla guida e l’obbligo del casco in bici
  • Politica e trasporti
    11 Luglio 2019
    Più volte discusso, modificato e rimaneggiato, il nuovo Codice della Strada ha finalmente iniziato il suo percorso in Aula. Tra le novità più interessanti dovrebbe esserci l’apertura delle autostrade alle 125 e alle moto elettriche
  • Politica e trasporti
    11 Aprile 2019
    Il nuovo Codice della Strada è ora atteso in Aula a Montecitorio. Multe salate per chi verrà pizzicato con lo smartphone in mano e per chi parcheggia negli spazi riservati ai disabili. Ai 125 verrà aperta la circolazione su tangenziali e autostrade. Niente da fare per l’aumento dei limiti di velocità a 150 km/h