NOVITA' MOTOCICLISMO

Le Fiabe dei Motociclisti: il progetto prosegue con il terzo volume

Insieme a un gruppo di amici e ad Andrea Rock di Virgin Radio, Ernest Pozzali ha regalato una giornata di festa al reparto pediatrico dell’ospedale San Paolo di Milano. I bimbi si sono divertiti saltando in sella alle moto e usando la playstation donata da Ernst

Le Fiabe dei Motociclisti: il progetto prosegue con il terzo volume
Una giornata di festa per i bembi dell'ospedale
Prosegue il bel progetto di Ernest Pozzali e delle sue pubblicazioni illustrate dal vignettista Matitaccia "Le fiabe dei motociclisti”, che raccontano in chiave allegorica alcuni dei più importanti e celebri personaggi del motociclismo. Il ricavato della vendita dei volumi permette di acquistare playstation da donare ai reparti pediatrici dei più importanti ospedali italiani.
Dopo il Gemelli di Roma e l’Ospedale di Aviano, Ernest è tornato in Lombardia al San Paolo di Milano per la dodicesima donazione: non semplici consolle, questa volta, ma vere e proprie postazioni gioco mobili dotate di schermo piatto da mettere a fianco dei bimbi allettati. È stata una  giornata di festa con una moto elettrica che ha scorrazzato nel corridoio del reparto, mentre dribblava altre 4 moto da cross e una minimoto sui cui potevano salire anche i bambini. Con Ernest e il suo affiatato gruppo di amici, c’era anche Andrea Rock di Virgin Radio con il progetto PGA (Punk Goes Acoustic) che, armato di chitarra, ha intonato ballate e canzoni.
"Con i libri delle fiabe voglio acquistare play per far giocare i bimbi negli ospedali, così da farli evadere dalla routine ospedaliera attraverso il gioco. Tuttavia - ha raccontato l’autore - tutto il progetto nasce dalle moto e mi piace portare le emozioni della moto ai bambini fin dentro gli ospedali. In diversi ospedali in passato abbiamo portato la moto da cross in reparto, ma qui siamo riusciti a fare qualcosa di unico e devo dire grazie a tutto il personale del S.Paolo. Quattro moto da cross, di cui una con la livrea Barbie che suscitava le attenzioni delle piccole pazienti, una minimoto per i più piccini ma soprattutto la moto elettrica che portava a turno bambini e ragazzi. Quando è salito in reparto un bambino di 7 anni dal pronto soccorso per essere ricoverato e ha visto la festa a due ruote e la moto elettrica andare avanti e indietro nel corridoio è rimasto spiazzato e incredulo, ma poi con un sorriso sul volto ci ha chiesto se poteva fare un giro”.
Ernest e il suo team hanno in programma altre donazioni e altre visite motorizzate negli ospedali: la raccolta fondi continua grazie anche alla recente pubblicazione del terzo volume.
Sul sito www.lefiabedeimotociclisti.com potete trovare tutte le informazioni sull'iniziativa e contribuire con l’acquisto di un volume.
Sulla pagina Facebook ufficiale potete invece guardare i video che raccontano la giornata all’Ospedale San Paolo di Milano.